Torino Updates: si discute anche di lavoro e industria creative, a due passi da Artissima. Artò è il salone delle nuove eccellenze artigiane. Tra new economy e prospettive internazionali

Arte contemporanea, ma non solo. A Torino, tra Artissima, The Others, Photissima, Paratissima e così via, durante l’art weekend torinese inaugura anche ARTO’, il salone delle nuove eccellenze artigiane: sempre al Lingotto Fiere, in una location dirimpetto alla fiera dell’arte. Tre giorni per riscoprire il made in Italy, dai complementi d’arredo al design più puro, […]

Artò, il salone dei mestieri dell'arte

Arte contemporanea, ma non solo. A Torino, tra Artissima, The Others, Photissima, Paratissima e così via, durante l’art weekend torinese inaugura anche ARTO’, il salone delle nuove eccellenze artigiane: sempre al Lingotto Fiere, in una location dirimpetto alla fiera dell’arte.
Tre giorni per riscoprire il made in Italy, dai complementi d’arredo al design più puro, dalla moda tailor-made ai workshop sul cioccolato, il tutto in un’atmosfera laboratoriale, che oltre a raccontare un universo da riscoprire, attraverso l’idea del fare, si pone alcune domande, molto attuali. Domande che riguardano il mondo del lavoro e quella sfera delle industrie culturali creative che il rapporto della Fondazione Symbola ha allargato al settore artigianale. Si riflette allora sulle opportunità per chi intraprende la professione dell’artigiano, sulla relazione con l’arte ed il design e sul problema del networking e dell’appartenenza a una rete. Luogo d’elezione per affrontare i molti nodi tematici è il convegno che apre la manifestazione il 9 novembre alle 10,30, intitolato “New Economy: Eccellenza artigiana. Prospettive e nuovi mercati. Ruolo del credito e dell’internazionalizzazione”. Non può mancare, partecipando al clima generale della settimana torinese dell’arte, anche una mostra: in questo caso a firma di Cittadellarte. Si chiama Cubi in movimento e, nemmeno a dirlo, presenta moduli dei prodotti italiani più eccellenti progettati per l’occasione.

– Santa Nastro

www.ar-to.it

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.