Premio Arte Laguna VII. Manca poco per la chiusura del bando: giovani artisti di tutto il mondo… sbrigatevi! In palio residenze, mostre e un bottino di 170mila euro. Ecco lo spot

La dead line si avvicina. Ancora una decina di giorni per consegnare il bando di partecipazione alle selezioni del Premio Arte Laguna. Evento e per giovani artisti tra i più apprezzate in Italia, l’art prize veneziano ogni anno, da sette anni anni, è alle prese con durissime e lunghissime selezioni di livello internazionale: arrivano infatti […]

Premio Arte Laguna, Arsenale, Venezia

La dead line si avvicina. Ancora una decina di giorni per consegnare il bando di partecipazione alle selezioni del Premio Arte Laguna. Evento e per giovani artisti tra i più apprezzate in Italia, l’art prize veneziano ogni anno, da sette anni anni, è alle prese con durissime e lunghissime selezioni di livello internazionale: arrivano infatti da ogni angolo del globo le centinaia di candidature per le varie categorie in concorso – Pittura, Scultura e Installazione, Arte Fotografica, Video Arte e Animazione, Performance, Arte Virtuale – che si divideranno i 170.000 euro complessivi messi in palio.

La rosa dei 110 finalisti prenderà parte a una collettiva finale all’Arsenale di Venezia, nel Marzo 2013, mentre gli under 25 esporranno all’Istituto Romeno: due vetrine importanti per promuovere il proprio lavoro, nell’attesa che, durante la serata degli opening, vengano assegnati i premi in denaro, assieme alle menzioni speciali, al premio della stampa e ai premi-residenza.
Dunque, occhio ai tempi: bando aperto fino al 27 novembre per chi invierà il modulo per posta, mentre potranno prendersela un po’ più comoda – fino al 5 dicembre – coloro che sceglieranno l’iscrizione on line, attraverso il sito web. Per altre info, intanto, godetevi lo spot, dove scoprirete anche l’intera lista dei giurati…

www.premioartelaguna.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.