Lo Strillone: “Nel nome del figlio”, ultimo libro di uno Sgarbi cristologico, su Corriere della Sera. E poi con Avvenire l’Arte Programmata al Museo del ‘900, su Libero Angiolo d’Andrea a Palazzo Morando, Claerbout al Mart su Pubblico, Miss Van a Roma per L’Unità…

Esce domani in libreria, viene anticipato oggi da Corriere della Sera: torna a fare quello che gli rtiesce meglio, Vittorio Sgarbi, autore de “Nel nome del figlio”. Per Bompiani riflessioni sull’iconografia di Cristo, da Giotto al Barocco. Pubblicato da Gli Ori il monumentale censimento della collezione Echaurren-Salaris, La Stampa ne racconta lo straordinario patrimonio di riviste futuriste. Su La Repubblica intenso coccodrillo per […]

Quotidiani
Quotidiani

Esce domani in libreria, viene anticipato oggi da Corriere della Sera: torna a fare quello che gli rtiesce meglio, Vittorio Sgarbi, autore de “Nel nome del figlio”. Per Bompiani riflessioni sull’iconografia di Cristo, da Giotto al Barocco. Pubblicato da Gli Ori il monumentale censimento della collezione Echaurren-Salaris, La Stampa ne racconta lo straordinario patrimonio di riviste futuriste. Su La Repubblica intenso coccodrillo per la scomparsa di Paolo Ravenna, anima di Italia Nostra.

Il simbolismo di Angiolo d’Andrea a Palazzo Morando, Milano, e in apertura di pagina su Libero; foto-segnalazione, su L’Unità, per Miss Van in mostra da Dorothy Circus: a Roma la più celebre street artist in circolazione. al femminile anche a Reggio Emilia, con il lato rosa di Fluxus: su Avvenire spazio anche all’Arte Programmata al Museo del ‘900 e a Cartier-Bresson alla Reggia di Caserta. I lettori di Pubblico consigliano i video di Claerbout al Mart di Rovereto.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala 

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.