Lo Strillone: “impietoso” Michelangelo a San Vittore, con la Rondanini nel carcere degli abusi su La Repubblica. E poi addio a Turnbull, un Papa Batman, il falso Diderot del Louvre…

Su La Repubblica Herzog & De Meuron per la sede di Fondazione Feltrinelli a Milano; ma anche, in prima pagina, le amare riflessioni di Adriano Sofri: suona tragicamente ironica la notizia della Pietà Rondanini in trasferta al carcere di San Vittore, il giorno dopo l’arresto del cappellano accusato di molestie nei confronti dei detenuti. E intanto, sempre […]

Quotidiani
Quotidiani

Su La Repubblica Herzog & De Meuron per la sede di Fondazione Feltrinelli a Milano; ma anche, in prima pagina, le amare riflessioni di Adriano Sofri: suona tragicamente ironica la notizia della Pietà Rondanini in trasferta al carcere di San Vittore, il giorno dopo l’arresto del cappellano accusato di molestie nei confronti dei detenuti. E intanto, sempre con richiamo in prima, lo stato della cultura secondo Francesco Merlo, ultimo lettore di quel Kulturinfarkt che sta sgretolando l’idea diffusa del sostegno pubblico al settore.

Addio a William Turnbull: una breve su Libero per la scomparsa del nonagenario scultore scozzese; spunta sulla rete e su Il Fatto Quotidiano la photoshoppata del giorno: alla statua di Giovanni Paolo II, inaugurata a Termini dopo il restyling, spuntano sul capo due orecchie da Batman.

Diderot: chi era costui? Certo non l’uomo ritratto da Fragonard nel 1769, in una tela che da sempre, al Louvre, è accreditata come immagine del filosofo. Ma che, rivelano La Stampa Quotidiano Nazionale, si riferisce a un perfetto sconosciuto.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.