Il Purgatorio teutonico di Nicola Samorì. Fino a dicembre la grande mostra alla Kunsthalle di Tübingen, Artribune vi ci porta a fare un tour fotografico…

Escursione nella vecchia Europa, fra le antichissime mura di Tübingen, per andare a dare un’occhiata a quel che nella città è sede della famosa ed antica università, fondata nel 1477, combina Nicola Samorì. Il trentacinquenne forlivese è infatti protagonista fino a dicembre di un’ampia personale alla Kunsthalle della città del Baden-Württemberg, titolo Fegefeuer [Purgatory]. Ritratti, […]

Escursione nella vecchia Europa, fra le antichissime mura di Tübingen, per andare a dare un’occhiata a quel che nella città è sede della famosa ed antica università, fondata nel 1477, combina Nicola Samorì. Il trentacinquenne forlivese è infatti protagonista fino a dicembre di un’ampia personale alla Kunsthalle della città del Baden-Württemberg, titolo Fegefeuer [Purgatory].
Ritratti, crocifissioni, santi, nature morte, paesaggi, in un serrato confronto con i maestri del Rinascimento e del Barocco. Una sessantina di dipinti, cinque opere scultoree, e anche una selezione di opere barocche che hanno ispirato l’artista, tra cui un olio di grandi dimensioni da poco attribuito a Jusepe de Ribera. Se anche pensate di passarci, date prima un’occhiata al nostro tour fotografico…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.