È oggi lo Sky Arte Day! Programmazione al via in prima serata con un docu-drama su Michelangelo. Che ha il volto di Rutger Hauer e la voce di Giancarlo Giannini…

Prendi il volto di Rutger Hauer, mettici la voce di Giancarlo Giannini e avrai Michelangelo Buonarroti. Nessuna manipolazione genetica, nessun esperimento alla Frankenstein: è vero che siamo in clima Halloween, ma non esageriamo! Trattasi semplicemente, ma l’avverbio è riduttivo, della produzione con cui Sky Arte HD alza il sipario sulla propria programmazione; da segnare in […]

Prendi il volto di Rutger Hauer, mettici la voce di Giancarlo Giannini e avrai Michelangelo Buonarroti. Nessuna manipolazione genetica, nessun esperimento alla Frankenstein: è vero che siamo in clima Halloween, ma non esageriamo! Trattasi semplicemente, ma l’avverbio è riduttivo, della produzione con cui Sky Arte HD alza il sipario sulla propria programmazione; da segnare in agenda le 21.10 di giovedì 1 novembre 2012: sui canali 130 e 400 della piattaforma Sky va in onda Michelangelo – il cuore e la pietra, docu-drama che inaugura l’avventura del nuovo canale. Dedicato in maniera esclusiva ad arte e dintorni, con piacevoli divagazioni nel campo della musica – non solo colta – e del cinema: un canale che guarda alla cultura in senso lato.
Scelta non casuale quella di partire con un omaggio a Michelangelo: l’avvio dei programmi di Sky Arte coincide – giorno più giorno meno – con il cinquecentesimo anniversario dall’ultima pennellata alla volta della Cappella Sistina. Un momento assunto a talismano, sorta di “porta fortuna” per il lancio della nuova avventura.
Non un film e nemmeno un documentario: Michelangelo – il cuore e la pietra compie una sintesi efficace, combinando momenti di accurata ricostruzione documentale a parti di pura fiction. Dove irrompe l’interpretazione di Rutger Hauer, intenso nel prestare il proprio volto all’artista maturo, dimostrando una certa affinità con i grandi dell’arte moderna. Non è la prima volta che Hauer veste panni cinquecenteschi: memorabile la sua interpretazione di Bruegel il Vecchio ne I colori della passione di Lech Majevsky, film visionario che trascina fisicamente lo spettatore dentro le tele del maestro fiammingo. Ma il Michelangelo griffato Sky Arte non ha solo un volto importante: a dare voce all’artista, a leggerne i celebri sonetti e stralci dell’epistolario, è la voce inconfondibile di Giancarlo Giannini. È lui, nel docu-drama, a metterci il cuore.

– Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • io ho apprezzato tantissimo la fotografia e l’attenzione minuziosa dei dettagli delle opere.
    Appassionante!