Art Digest: Kate, duchessa fotografata e fotografa. Allarme missili, musei vuoti a Tel Aviv. I novemila (quasi) falsi Rembrandt

Il Principe Alberto era un grande appassionato, tanto da essere il fondatore della Royal Photographic Society. Ma anche la Regina Elisabetta si è cimentata con una Leica: ora tocca alla duchessa di Cambridge Kate Middleton, passare dall’altra parte dell’obbiettivo… (guardian.co.uk) “Anche se le possibilità di subire danni sono bassissime, non possiamo correre rischi”. Non accennano […]

Il Tel Aviv Museum of Art

Il Principe Alberto era un grande appassionato, tanto da essere il fondatore della Royal Photographic Society. Ma anche la Regina Elisabetta si è cimentata con una Leica: ora tocca alla duchessa di Cambridge Kate Middleton, passare dall’altra parte dell’obbiettivo… (guardian.co.uk)

Anche se le possibilità di subire danni sono bassissime, non possiamo correre rischi”. Non accennano a cessare i lanci di missili da Gaza a Israele: e così il Tel Aviv Museum of Art (imitato dall’Ashdod Museum of Art) svuota le pareti e mette le opere al sicuro nei caveau… (artdaily.org)

Andy Warhol fu un autentico genio, della categoria di Picasso”. Sembra una promozione definitiva: arriva da Lou Reed, in questi giorni a Madrid per una sua mostra fotografica alla Cineteca del Matadero… (abc.es)

È uno dei maggiori incisori di tutti i tempi, del livello di Dürer, Goya, Picasso. Ma ora arriva una sentenza che getta un’ombra sinistra su Rembrandt: quasi la metà delle sue circa 18mila stampe conosciute, sono state fatte dopo la sua morte… (vanguardia.com.mx)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.