Quando l’ex assessore alla cultura ti racconta gli orrori di politica e burocrazia. Stralci in anteprima da Romanzo Comunale di Umberto Croppi

“Mi fece da guida la nota poetessa Daniela Crasnaru, che a un certo punto, quasi commossa, mi disse: ‘Assessore, lei dopo Re Vittorio Emanuele è la prima autorità italiana che viene a farci visita!’”. Brani di vita amministrativa vissuta, aneddoti – in questo caso legati a una visita all’Accademia di Romania – che raccontano di […]

La copertina di Romanzo Comunale, di Umberto Croppi

Mi fece da guida la nota poetessa Daniela Crasnaru, che a un certo punto, quasi commossa, mi disse: ‘Assessore, lei dopo Re Vittorio Emanuele è la prima autorità italiana che viene a farci visita!’”. Brani di vita amministrativa vissuta, aneddoti – in questo caso legati a una visita all’Accademia di Romania – che raccontano di una classe politica inadeguata, disattenta, impreparata. Raccontati da chi? Da qualcuno che la vita amministrativa l’ha vissuta in prima persona, e nella prima città d’Italia: Umberto Croppi, ex assessore alla cultura del Comune di Roma, uscito di scena in dissenso con la politica del sindaco Alemanno.
E li racconta in un libro dal titolo genialoide – Romanzo Comunale, con evidente e significativo ammiccamento al Romanzo Criminale scritto dal giudice Giancarlo De Cataldo e ispirato alla storia della banda della Magliana -, un dietro le quinte intenso ed appassionato, ma a tratti anche amaro, che lambisce un po’ tutte le tappe dell’attività di Croppi, proiettandosi su una stagione politica ormai al crepuscolo, minata da scandali, scelte sbagliate e decisioni autolesioniste. L’uscita del libro è prevista per domani, 18 ottobre, con presentazione a Palazzo Santa Chiara: ma Artribune è in grado di “regalarvi” tre ampi stralci in anteprima. Brani che toccano da vicino situazioni legate alle arti visive, dalle vicende del Macro, al lavoro di Croppi con accademie e istituti culturali stranieri a Roma, ad un suo progetto con l’artista Fausto delle Chiaie. Buona lettura…

Accademie e istituti culturali stranieri a Roma
Macro
Piccole cose

  • Marco

    Lavorando nella Sovraintendenza di Roma Capitale da molti anni, penso che a leggere questo libro mi divertirò parecchio!

  • Antonio

    Tutto questo interesse per un neofascista trasformista…

  • Marco

    Croppi candidato Sindaco ma dove vai, con quello stuolo di irrecuperabili che ti porti dietro