Massimiliano Gioni? Promosso, almeno dalla Power100 List di ArtReview. Che in testa mette l’”italiana” Carolyn Christov-Bakargiev

Se ne sono dette tante, sulla Biennale di Venezia appena presentata da Massimiliano Gioni, anche se in verità ancora non è che sia uscito poi molto, a livello di contenuti. Un fatto però è certo: il critico mette già all’incasso la popolarità dell’incarico lagunare, balzando dall’80esimo posto al 19esimo posto dell’attesissima classifica Power100, recentemente svelata dal magazine ArtReview. […]

Carolyn Christov-Bakargiev

Se ne sono dette tante, sulla Biennale di Venezia appena presentata da Massimiliano Gioni, anche se in verità ancora non è che sia uscito poi molto, a livello di contenuti. Un fatto però è certo: il critico mette già all’incasso la popolarità dell’incarico lagunare, balzando dall’80esimo posto al 19esimo posto dell’attesissima classifica Power100, recentemente svelata dal magazine ArtReview.
Al comando, per la prima volta in 11 anni, si posiziona una donna, la più influente nel mondo dell’arte per quest’anno, ovvero Carolyn Christov-Bakargiev, la curatrice di Documenta(13)che è riuscita ad attrarre ben 860mila visitatori a Kassel, quasi il doppio di quelli dell’ultimaBiennale di Venezia. E per chi non lo sapesse, la curatrice ha sangue italiano: la sua famiglia infatti era piemontese, e lei vanta nazionalità sia italiana che americana. L’anno scorso era al numero14, mentre la prima donna appariva solamente al 7 posto, con Cindy Sherman, che quest’anno scende al 13. Sale anche la curatrice della Kunsthalle di Zurigo Beatrix Ruf, che dalla decima posizione si attesta alla settima, subito dopo i galleristi più influenti Iwan Wirth e David Zwirner, sopra al direttore della Tate Nicolas Serota e a quello del MoMA Glenn D. Lowry, che scivola dal terzo al 9 posto. Ultimo posto nella top ten per la coppia della Serpentine Hans Ulrich Obrist & Julia Peyton-Jones, anche loro scesi dal podio, con un argento l’anno scorso.
Il secondo posto va quest’anno a Larry Gagosian (l’anno scorso era al 4), terzo per Ai Weiwei, che l’anno scorso guidava la classifica. Dopo  di lui, l’artista più influente è Gerhard Richter, che grazie all’esplosione di mercato nell’ultimo anno è salito al sesto posto dall’11esimo, mentre esce dalla top ten e-flux, con il trio Anton Vidokle, Julieta Aranda & Brian Kuan Wood. Accanto ad Ai Weiwei, nella categoria dell’attivismo sociale e politico entrano le Pussy Riot al numero 57, e Theaster Gates, artista afro-americano. Grande balzo per Sheikha Al-Mayassa bint Hamad bin Khalifa Al-Thani, direttrice del Qatar Museum Authority, che l’anno scorso era al 90 posto, mentre quest’anno sale all’11. La 29enne figlia dell’Emiro del Qatar quest’anno è stata anche incoronata dall’Economist “la donna più influente nel mondo dell’arte”.
Categoria galleristi: dopo Gagsian, Wirth e Zwirner, nella top 25 anche Marc Glimcher, Marian Goodman, Jay Jopling, Barbara Gladstone. Sempre nella top25 i direttori delle fiere più importanti: Art Basel con Annette Schönholzer, Marc Spiegler & Magnus Renfrew, e la coppia di Frieze Matthew Slotover & Amanda Sharp. I grandi collezionisti non mostrano segni di scalata al vertice: Francois Pinault scende in 21esima posizione, Eli & Edithe Broad alla 26, Bernard Arnault alla 28. Tra le new entry, balza direttamente al 45esimo posto Chus Martinez, organizzatrice di Documenta(13) e direttrice del Frankfurter Kunstverein; novellini anche i galleristi Luisa Strina e Kuri Manzutto.
E l’Italia? Dopo Gioni, per trovare connazionali in classifica dobbiamo scendere al 79esimo posto con Massimo de Carlo,  all’82 con il trio di Galleria Continua Mario Cristiani, Lorenzo Fiaschi & Maurizio Rigillo, al 91 con Franco Noero e Pierpaolo Falone, mentre scende al 93 posto Miuccia Prada, che l’anno scorso era all’85esimo.

Martina Gambillara

La lista completa (fra parentesi la posizione nel 2011)

1. Carolyn Christov-Bakargiev [14]
2. Larry Gagosian [4]
3. Ai Weiwei [1]
4. Iwan Wirth [8]
5. David Zwirner [9]
6. Gerhard Richter [11]
7. Beatrix Ruf [10]
8. Nicholas Serota [6]
9. Glenn D. Lowry [3]
10. Hans Ulrich Obrist & Julia Peyton-Jones [2]
11. Sheikha Al-Mayassa bint Hamad bin Khalifa Al-Thani [90]
12. Anton Vidokle, Julieta Aranda & Brian Kuan Wood [5]
13. Cindy Sherman [7]
14. Alain Seban & Alfred Pacquement [12]
15. Adam D. Weinberg [13]
16. Annette Schönholzer, Marc Spiegler & Magnus Renfrew [20]
17. Marc Glimcher [15]
18. Marian Goodman [27]
19. Massimiliano Gioni [80]
20. Jay Jopling [31]
21. François Pinault [19]
22. Klaus Biesenbach [16]
23. Matthew Slotover & Amanda Sharp [24]
24. Barbara Gladstone [22]
25. RoseLee Goldberg [18]
26. Eli & Edythe Broad [17]
27. Patricia Phelps de Cisneros [25]
28. Bernard Arnault [29]
29. Nicholas Logsdail [30]
30. Liam Gillick [32]
31. Ann Philbin [33]
32. Victor Pinchuk [35]
33. Maja Hoffmann [37]
34. Tim Blum & Jeff Poe [39]
35. Marina Abramović [23]
36. Dakis Joannou [40]
37. Udo Kittelmann [43]
38. Monika Sprüth & Philomene Magers [44]
39. Matthew Marks [45]
40. Gavin Brown [46]
41. Damien Hirst [64]
42. Rosemarie Trockel [41]
43. Wolfgang Tillmans [Reentry]
44. Agnes Gund [38]
45. Chus Martínez [NEW]
46. Isa Genzken [Reentry]
47. Iwona Blazwick [42]
48. Anne Pasternak [57]
49. Sadie Coles [60]
50. Daniel Buchholz [61]
51. Toby Webster [62]
52. Adam Szymczyk [49]
53. James Lingwood & Michael Morris [55]
54. William Wells & Yasser Gerab [56]
55. Michael Ringier [58]
56. Theaster Gates [NEW]
57. Pussy Riot [NEW]
58. Jeff Koons [66]
59. Steve McQueen [59]
60. Takashi Murakami [47]
61. Boris Groys [53]
62. Emmanuel Perrotin [51]
63. Richard Chang [73]
64. Tim Neuger & Burkhard Riemschneider [77]
65. Slavoj Zizek [65]
66. Thaddaeus Ropac [67]
67. Chang Tsong-zung [70]
68. Elena Filipovic [89]
69. Tino Sehgal [Reentry]
70. Christian Boros & Karen Lohmann [92]
71. Luisa Strina [NEW]
72. Claire Hsu [70]
73. José Kuri & Mónica Manzutto [NEW]
74. Brett Gorvy & Amy Cappellazzo [68]
75. Tobias Meyer & Cheyenne Westphal [69]
76. Budi Tek [NEW]
77. Walid Raad [75]
78. Cuauhtémoc Medina [NEW]
79. Massimo De Carlo [78]
80. Bernardo Paz [76]
81. Christine Tohme [72]
82. Mario Cristiani, Lorenzo Fiaschi & Maurizio Rigillo [79]
83. John Baldessari [Reentry]
84. Sheikha Hoor Al-Qasimi [NEW]
85. Dasha Zhukova [81]
86. Vasif Kortun [82]
87. Anita & Poju Zabludowicz [94]
88. Candida Gertler [71]
89. Gisela Capitain [NEW]
90. Carol Greene [NEW]
91. Franco Noero & Pierpaolo Falone [98]
92. Jacques Rancière [NEW]
93. Miuccia Prada [85]
94. Maureen Paley [91]
95. Don, Mera, Jason & Jennifer Rubell [87]
96. Paul Chan [NEW]
97. Victoria Miro [93]
98. Adriano Pedrosa [NEW]
99. Johann König [96]
100. Gregor Podnar [100]

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.