Lotta dura senza paura! Provincia di Milano picchettata dai dipendenti, tensione alla presentazione di Food, progetto tra arte ed Expo firmato Adelina von Fürstenberg

Milano è elettrica nel giorno dell’annunciata eutanasia del governo Formigoni:  così anche il più sobrio e pettinato appuntamento culturale diventa teatro per proteste e rivendicazioni. Imbarazzo a Palazzo Isimbardi, sede principale della Provincia: tutto è pronto per la presentazione alla stampa di Food, progetto che si innesta in tema Expo e propone – da qui […]

Una infastidita Adelina von Furstenberg

Milano è elettrica nel giorno dell’annunciata eutanasia del governo Formigoni:  così anche il più sobrio e pettinato appuntamento culturale diventa teatro per proteste e rivendicazioni. Imbarazzo a Palazzo Isimbardi, sede principale della Provincia: tutto è pronto per la presentazione alla stampa di Food, progetto che si innesta in tema Expo e propone – da qui al 2015 – riflessioni sul rapporto tra cibo ed arte. Al tavolo degli oratori siedono, tra gli altri, l’ideatrice del programma, Adelina von Fürstenberg e Sami Kanaan, assessore alla cultura della città Ginevra, insieme a Marsiglia e San Paolo partner dell’iniziativa.
Ospiti inattesi e chiassosi i dipendenti dell’ente, che armati di fischietto irrompono nella sala e impediscono a suon di slogan l’inizio dei lavori. “Meno consulenti / più soldi ai dipendenti” è il refrain: i delegati sindacali CISL e USB vogliono parlare con il presidente Guido Podestà, annunciato tra i partecipanti ma rintanato in Sala Giunta. Divertito l’ospite straniero, seduto nella posizione di chi la crisi la guarda da lontano: la rivendicazione muove dalle incertezze sul futuro della Provincia, su tagli già effettivi a fronte di programmi fumosi sulla soppressione dell’ente in favore della nascita di un soggetto amministrativo nuovo. Quella “Città Metropolitana” di cui tanto si parla ma poco, ancora, si sa.
A parlamentare deve scendere allora Novo Umberto Maerna, assessore provinciale alla cultura con l’ingrata delega di vice-presidente: vivace scambio di opinioni e, dopo una raffica di “state svendendo la provincia!” si può finalmente cominciare.

– Francesco Sala

 

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.
  • laura

    piu che food.. un fast food

  • irene

    eravamo tutti della CGIL : quelli della foto sono la coordinatrice RSU ( cgil), il funzionario della cgil provincia e il segretario enti locali cgil

  • villy

    Sono un delegato USb….Non importa quali sigle erano presenti anche perchè l’iniziativa era unitaria della RSU. Ognuno a fatto quel che poteva.
    L’importante è chiarire che i lavoratori non volevano bloccare l’evento per una presa di posizione sull’arte, la cultura o l’agricoltura ma perchè era l’unica possibilità per farsi ascoltare. Anche perche chi era presente al convegno doveva sapere che la macchina che fà funzionare le iniziative sull’agricoltura sul paesaggio sul’ambiente è fatta da lavoratori e che con i tagli e le esternalizzazioni verrà meno il servizio sociale e culturale ai cittadini e i benefici sul benessere e la qualità della vita da parte dei cittadini. Cura del verde attenzione e tutela al paesaggio salvaguardia del territorio agricolo controlli sugli inquinanti autorizzazioni vari ed altro ancora