Lo Strillone: apriamo un Museo della Apple a Palazzo Strozzi su Il Giornale. E poi Vermeer a Roma, Raffaele La Capria compie gli anni, il lascito Schulhof alla Guggenheim…

Eccola qui la bomba di inizio settimana: ampi stralci, su Il Giornale, per Salviamo Firenze (Bompiani): nel pamphlet di Luca Doninelli tesi fantasiose, che vanno dall’esportazione del David al Louvre fino all’istituzione di un Museo della Apple a Palazzo Strozzi. Intano Giordano Bruno Guerri commenta i vandalismi a Ferentino: mandate la baby-gang, per punizione, in […]

Quotidiani
Quotidiani

Eccola qui la bomba di inizio settimana: ampi stralci, su Il Giornale, per Salviamo Firenze (Bompiani): nel pamphlet di Luca Doninelli tesi fantasiose, che vanno dall’esportazione del David al Louvre fino all’istituzione di un Museo della Apple a Palazzo Strozzi. Intano Giordano Bruno Guerri commenta i vandalismi a Ferentino: mandate la baby-gang, per punizione, in un centro per il restauro.

Capitolo mostre: Marco Vallora a Roma, con Vermeer che finisce su La Stampa. Raffaele La Capria compie gli anni: chiacchierata ad ampio raggio su La Repubblica. “Se il manager fa bene alla cultura, la cultura fa bene al manager”. Su Affari&Finanza è Andrea Rustichelli a predicare una visione gestionale forte dell’universo legato alle arti.

Il lascito Schulhof pronto ad essere esposto alla Peggy Guggenheim: cronache da Venezia su Corriere della Sera, con oltre ottanta opere dalla B di Burri alla W di Warhol. Tra le lettere arrivate a via Solferino anche quella del direttore di Venaria, Alberto Vanelli: riflessioni un po’ autoreferenziali sul tema della gestione del patrimonio culturale.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.