La Light Art? In Italia fa rima con Targetti. Alla Fondazione Zoè di Vicenza una selezione della celebre raccolta, qui ci sono le foto dell’opening

Non solo Palladio. D’accordo, Vicenza ha fatto molto parlare di sé, negli ultimi periodi, per i tanti eventi legati al grande architetto, dalla riapertura della Basilica Palladiana all’inaugurazione del PalladioMuseum. Ma la brillante città veneta non manca di dare continui segnali di vitalità, anche sul contemporaneo: come la mostra Il Respiro della Luce, con la […]

Non solo Palladio. D’accordo, Vicenza ha fatto molto parlare di sé, negli ultimi periodi, per i tanti eventi legati al grande architetto, dalla riapertura della Basilica Palladiana all’inaugurazione del PalladioMuseum. Ma la brillante città veneta non manca di dare continui segnali di vitalità, anche sul contemporaneo: come la mostra Il Respiro della Luce, con la quale la Fondazione Zoé – braccio culturale della famiglia di industriali Zambon – presenta a Palazzo Bissari fino al 18 novembre una selezione di una ventina di opere della Targetti Light Art Collection.
L’esposizione, a cura di Consuelo de Gara, vuole illustrare quella che è oggi una delle più importanti raccolte dedicate alla Light Art, protagonista di oltre trenta mostre in musei e gallerie d’arte di tutto il mondo – tra cui il MAK di Vienna, il MUAR di Mosca, il Chelsea Art Museum di New York, il Centre for Contemporary Art Ujazdowski di Varsavia – e in contesti artistici di eccellenza come la Cripta di Santa Croce a Firenze e la Sainte Chapelle di Parigi. A confronto alcuni grandi maestri del genere, dall’austriaca Brigitte Kowanz al tedesco Werner Klotz, l’italiano Fabrizio Corneli, il polacco Krzysztof Bednarky, con i giovani artisti vincitori delle prime sei edizioni del Premio Targetti Light Art. Artribune non ha mancato di fare una visita all’opening, ecco qualche foto…

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • romano baratta

    ma ragazzi… secondo voi la Light Art è quella che propone la Targetti?
    Quelli sono scuture dove tra i vari materiali si utilizza la luce…. e in alcuni casi gingilli di luce.
    La Light Art prevede come unico mezzo e come oggetto stesso dell’opera la luce.