Hermés annoda la cravatta al collo dell’arte con 8 Ties. Collezione autunno-inverno per gentiluomini, accompagnata da un’installazione di Miguel Chevalier: ecco chiccera

La Milano della moda, ciclicamente, prova a guardarsi allo specchio: convinta che dall’altra parte ci sia la Milano dell’arte. Ultimo tentativo in ordine di tempo l’installazione multimediale con cui Hermés chiede a Miguel Chevalier di presentare le cravatte della nuova collezione autunno-inverno. 8 ties è una parete vivente, dove le trame dei pezzi appena commercializzati […]

L'installazione di Miguel Chevalier

La Milano della moda, ciclicamente, prova a guardarsi allo specchio: convinta che dall’altra parte ci sia la Milano dell’arte. Ultimo tentativo in ordine di tempo l’installazione multimediale con cui Hermés chiede a Miguel Chevalier di presentare le cravatte della nuova collezione autunno-inverno. 8 ties è una parete vivente, dove le trame dei pezzi appena commercializzati si animano nell’interazione con il visitatore: pattern estrosi rispetto alla tradizione della casa francese, ma che il pubblico dell’arte ha già metabolizzato da tempo. Il party a Palazzo Morando, segnalato da comete laser come un’epifania, è tutto ciò che ti aspetti dal Quadrilatero della Moda: quel po’ di jet-set meneghino, il volto tv e la performance live di ciò che resta del gruppo pop un tempo famoso, l’open bar con le cose buone… ecco chiccera e chi no!

– Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.