Al via Asiatica Film Mediale, con incursioni in India, Giappone, Tailandia. E c’è anche un focus sulle Filippine. A Roma, autunno cinematografico speziato d’Oriente

E’ arrivata alla XIII edizione la manifestazione ideata e diretta da Italo Spinelli, che si conferma ospite d’eccezione e sacerdote della cultura orientale a Roma. Il suo sogno di coinvolgere il pubblico comune in un festival dedicato esclusivamente al cinema asiatico sembrava una follia. Le prime edizioni che si erano tenute nella sala-cinema del Palazzo delle […]

Italo Spinelli

E’ arrivata alla XIII edizione la manifestazione ideata e diretta da Italo Spinelli, che si conferma ospite d’eccezione e sacerdote della cultura orientale a Roma. Il suo sogno di coinvolgere il pubblico comune in un festival dedicato esclusivamente al cinema asiatico sembrava una follia. Le prime edizioni che si erano tenute nella sala-cinema del Palazzo delle Esposizioni, prima della ristrutturazione, sono ormai lontane: l’Asiatica Film Mediale dopo essersi spostata di anno in anno in varie sedi, tra cui la sala Capranica, l’Ambra Jovinelli, l’Auditorium della Conciliazione, sembra adesso aver trovato il suo più naturale habitat nell’amena struttura della Pelanda, a Testaccio.
Due le sale a disposizione, in cui tutti i pomeriggi si proiettano film, documentari e cortometraggi. Il festival registra in questi giorni affluenze record (staccati oltre 2000 biglietti nelle prime 36 ore), per un’interessante varietà di pubblico, che va dal più autorevole degli ambasciatori al più doc dei testaccini, dal più eccentrico degli artisti al più premiato dei registi.
Visti tra le poltrone l’insospettabile Vanzina e l’irresistibile Luigi Ontani; la giornalista newyorkese della Reuters e il critico etnologo tedesco; mamme meticce con figliolanza al seguito e studenti multietnici delle più svariate facoltà universitarie. Un’osmosi magica che è la formula più peculiare dell’appuntamento autunnale romano.

Luigi Ontani ad Asiatica Film Mediale

L’Asiatica, pur rispettando tutti i criteri della più audace e colta ricerca formale, grazie all’attenta selezione di Spinelli, che passa l’anno da una parte all’altra del continente asiatico, ha la calda accoglienza di un salotto familiare. Tra vasi adorni di foglie, fiori e bacche dai colori del tramonto, il personale, preparatissimo, offre assistenza e informazioni dettagliate ad ogni richiesta sul programma o sul funzionamento delle sale. A gestire il tutto con cura e dedizione c’è un dinamico team di appassionati, cinefili, interpreti di lingue orientali e volontari che stanno alla base della formula coinvolgente dell’evento.
I nove giorni di proiezioni, dibattiti e incontri col cinema asiatico si concluderanno con la premiazione al miglior film sabato 13 ottobre. La giuria è presieduta dal regista Emanuele Crialese, celebre per i suoi film Respiro, Mondonuovo, Terraferma, accompagnato da Luciano Sovena, amministratore delegato di Cinecittà Luce, Jacopo Quadri, direttore della fotografia tra i più blasonati, l’attrice Chiara Caselli ed il produttore Claudio Gabriele.
La manifestazione, che prevede un ingresso gratuito per tutte le proiezioni, rientra in quelle riconosciute dal circuito Netpac, il più importante network per la promozione del cinema asiatico.

– Federica Polidoro

“Asiatica Film Mediale”
5-13 ottobre 2012
La Pelanda – piazza Orazio Giustiniani 4, Roma
www.asiaticafilmmediale.it

CONDIVIDI
Federica Polidoro
Federica Polidoro si laurea in Studi Teorici Storici e Critici sul Cinema e gli Audiovisivi all'Università Roma Tre. Ha diretto per tre anni il Roma Tre Film Festival al Teatro Palladium, selezionando opere provenienti da quattro continenti, coinvolgendo Istituti di Cultura come quello Giapponese e soggiornando a New York per la ricerca di giovani talent sia nel circuito off, che nell'ambito dello studentato NYU Tisch, SVA e NYFA. Ha girato alcuni brevi film di finzione, premiati in festival e concorsi nazionali. Ha firmato la regia di spot, sigle e film di montaggio per festival, mostre, canali televisivi privati e circuiti indipendenti. Sta lavorando ad un videoprogetto editoriale per la casa editrice koreana Chobang. È giornalista pubblicista e negli anni ha collaborato con quotidiani nazionali, magazine e web media come Il Tempo, Inside Art e Il Faro. Ha seguito da corrispondente i principali eventi cinematografici dell'agenda internazionale tra cui Cannes, Venezia, Toronto, Taormina e Roma e i maggiori avvenimenti relativi all'arte contemporanea della Capitale. Attualmente insegna Tecniche di Montaggio all'Accademia di Belle Arti.