Un tardo pomeriggio in libreria. Scoprendo autori ed editori. A Firenze, da Brac, Marco Meneguzzo inaugura il secondo ciclo di “Scripta”

Torna per il secondo anno di fila “Scripta”, appuntamento con l’editoria d’arte promosso da Brac, accogliente libreria fiorentina, avvezza a ospitare mostre, talk, eventi. Un luogo di ritrovo, in pieno centro, dal gusto informale e insieme ricercato. Così, nel tepore di pomeriggi autunnali, consumati in uno spazio per la lettura e il relax – un […]

Torna per il secondo anno di fila “Scripta”, appuntamento con l’editoria d’arte promosso da Brac, accogliente libreria fiorentina, avvezza a ospitare mostre, talk, eventi. Un luogo di ritrovo, in pieno centro, dal gusto informale e insieme ricercato.
Così, nel tepore di pomeriggi autunnali, consumati in uno spazio per la lettura e il relax – un po’ bookshop, un po’ appartamento, con tanto di caffè, ristorante vegetariano, wi-fi e postazioni Mac – il pubblico torna a condividere, una volta al mese, il racconto di nuove proposte editoriali, tutte italiane e rigorosamente legate all’estetica, alla critica e alla storia dell’arte contemporanea. Curata da Pietro Gaglianò, la rassegna è occasione per un dialogo diretto con artisti, autori, editori.

Libreria Brac, foto Sabina Bernacchini

Ad aprire le danze, giovedi 27 settembre, è Marco Meneguzzo, che al pubblico di Firenze presenta la sua Breve storia della globalizzazione in arte (e delle sue conseguenze), edito da Johan & Levi. Un saggio che fa il punto sui processi di formazione del sistema dell’arte occidentale, arrivando all’attuale apertura verso lo scenario globale. Nuovi mercati, exploit dei Paesi emergenti, crisi economica, schemi vetusti e possibili modelli di sviluppo, resistenza e flessibilità delle radici, importanza del confronto con altre formule e prospettive: questioni nodali, che sottendono una sola, strategica domanda: che forma, che sostanza, che declinazioni avrà il futuro dell’art system in Occidente? Riflessioni in punta di penna, per sfidare la paura del tramonto e del collasso. Provando a riprogettare orizzonti, cornici, grammatiche, visioni.

Helga Marsala

Giovedì 27 settembre  2012, h. 18
Firenze, Libreria Brac – Via de’ Vagellai 18 r, Firenze
Tel. 0550944877
[email protected]
www.libreriabrac.net 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.