The Art of Soup. La Campbell rende omaggio a Warhol con un’edizione (abbastanza) limitata di zuppe in scatola. Colori pop e prezzi modici

Dopo la Brillo, che ha festeggiato il suo centenario con un contest ispirato agli ormai proverbiali “15 minuti di fama”, un’altra grande azienda rende omaggio all’artista pop per eccellenza: Andy Warhol. Sono passati infatti cinquant’anni precisi da quando l’eccentrico fondatore della Factory sfornò le prime serigrafie dedicate alla zuppa in scatola Campbell, rendendola un’icona famosa […]

Dopo la Brillo, che ha festeggiato il suo centenario con un contest ispirato agli ormai proverbiali “15 minuti di fama”, un’altra grande azienda rende omaggio all’artista pop per eccellenza: Andy Warhol. Sono passati infatti cinquant’anni precisi da quando l’eccentrico fondatore della Factory sfornò le prime serigrafie dedicate alla zuppa in scatola Campbell, rendendola un’icona famosa in tutto il mondo.
Per celebrare l’importante anniversario, sono state realizzate per la prima volta delle lattine in edizione limitata (1 milione di esemplari circa) ispirate nei colori e nello stile a quelle disegnate da Warhol stesso. Le lattine d’artista, regolarmente approvate dalla Warhol Foundation, sono disponibili da ieri in una selezione di negozi Target sparsi per gli States e costano 75 centesimi l’una.

– Valentina Tanni

www.artofsoup.com

 


CONDIVIDI
Valentina Tanni (Roma, 1976) è critica d’arte, curatrice e docente. Si interessa principalmente di new media art e di editoria multimediale. Ha curato numerose mostre, tra cui: la sezione di Net Art di “Media Connection” (Roma e Milano, 2001), le collettive “Netizens” (Roma, 2002) e “L’oading. Videogiochi Geneticamente Modificati” (Siracusa, 2003), “Maps and Legends. When Photography Met the Web” (Roma, 2010), “Datascapes” (Roma, 2011) e “Hit the Crowd. Photography in the Age of Crowdsourcing” (Roma, 2012), “Nothing to see here” (Milano, 2013), “Eternal September. The Rise of Amateur Culture” (Lubiana, 2014), “Stop and Go. L'arte delle gif animate” (Roma, 2016). Ha collaborato con i festival di arti digitali Interferenze e Peam ed è stata curatore ospite di FotoGrafia. Festival Internazionale di Roma per la sezione “Fotografia e Nuovi Media” (edizioni 2010-2012). Ha scritto per testate nazionali e internazionali e lavorato come docente per istituzioni pubbliche e private. Dal 2011 collabora con Artribune.