Scultura nei Sassi. A Matera parte il Periplo della scultura italiana contemporanea, con undici, giovani viaggiatori. E noi fotografiamo il tutto…

Lo sappiamo bene, lo scenario offerto dai Sassi di Matera è unico ed inimitabile, e anche difficilmente descrivibile. E quindi è difficile trasmettere le sensazioni provate visitando una mostra – in questo caso Periplo della scultura italiana contemporanea 3 – allestita nella città eternata da Carlo Levi, Patrimonio dell’umanità dall’Unesco dal 1993. Ma noi di […]

Periplo della scultura italiana contemporanea 3, Matera - Donato Piccolo Hurricane, 2009 (foto Giuseppe Maino - Soprintendenza B.S.A.E. della Basilicata, Matera)

Lo sappiamo bene, lo scenario offerto dai Sassi di Matera è unico ed inimitabile, e anche difficilmente descrivibile. E quindi è difficile trasmettere le sensazioni provate visitando una mostra – in questo caso Periplo della scultura italiana contemporanea 3 – allestita nella città eternata da Carlo Levi, Patrimonio dell’umanità dall’Unesco dal 1993. Ma noi di Artribune ne facciamo già tante, ci possiamo inventare anche tour operator e portarvi a vederla di persona?
Prima o poi faremo anche questo: intanto ve la raccontiamo, per andarci c’è tempo comunque fino al 17 novembre. È la 26a edizione del ciclo Le Grandi Mostre nei Sassi di Matera, e questo terzo “periplo” – i precedenti risalgono al 1988 e al 2000 – dà spazio a undici giovani artisti che non hanno ancora compiuto quarant’anni. Location il complesso monastico di Madonna delle Virtù e di San Nicola dei Greci, con appendici al Musma – Museo della Scultura Contemporanea Matera e nel Museo Nazionale d’arte medievale e moderna della Basilicata a Palazzo Lanfranchi.
Qui, a cura di Giuseppe Appella e Marta Ragozzino, sono installate le opere Giorgio Andreotta Calo’, Francesco Arena, Giuseppe Capitano, Alice Cattaneo, Emmanuele De Ruvo, Francesco Gennari, Perino & Vele, Donato Piccolo, Luca Trevisani, Nico Vascellari, Antonella Zazzera. Ma ora basta parole: il tour prosegue con l’affascinante fotogallery…

  • Alessandra

    Interessante notare lo sforzo di Francesco Arena che porta almeno lavori recenti datati 2012 e sicuramente pensati ad hoc. Gli altri magazzino invenduto e già visto e già logoro e superato, datato pure 2008. Inammissibile che più o meno giovani artisti non abbiano nuove idee. Sono più attivi i nostri artisti più maturi… pure gli ultra-settantenni….. Ottima la location che ho visitato. Forza ragazzi, svegliatevi o sarà durissima resistere…. noi ci speriamo….. andate avanti…… perchè è veramente quasi impossibile affermarsi oggi…….

  • anna

    guardo le foto delle mostre per ammirare i luoghi, sempre stupendi.

  • Michele

    Otiima mostra.
    Eccellente fotogallery di Giuseppe Maino, caro e stimato collega della Soprintendenza per i Beni Storici Artistici ed Etnoantropologici della Basilicata.
    Bravo Peppino!