Ricerca scientifica, psicologia, apprendimento percettivo. L’Hangar Bicocca pervaso da luci e suoni di Unidisplay di Carsten Nicolai, qui video e immagini

“Mi sono sempre tenuto aggiornato sugli sviluppi della ricerca scientifica e della psicologia, esplorando le scoperte dei processi di apprendimento percettivo. E conosco la lunga tradizione degli Anni Sessanta che si è mossa nelle stesse direzioni, non solo in Italia ma anche nel resto d’Europa”. E centra l’obbiettivo, la chiamata all’”impulso percettivo” che Carsten Nicolai […]

Mi sono sempre tenuto aggiornato sugli sviluppi della ricerca scientifica e della psicologia, esplorando le scoperte dei processi di apprendimento percettivo. E conosco la lunga tradizione degli Anni Sessanta che si è mossa nelle stesse direzioni, non solo in Italia ma anche nel resto d’Europa”. E centra l’obbiettivo, la chiamata all’”impulso percettivo” che Carsten Nicolai fa, nell’intervista che trovate in sulla nostra homepage, in relazione all’installazione Unidisplay.

Del significato del progetto quindi si parla già diffusamente: ora resta da andarselo a vedere, è a Milano, all’Hangar Bicocca, fino al prossimo 2 dicembre, curato da Chiara Bertola e Andrea Lissoni. Noi ci siamo andati, all’anteprima, e completiamo l’informazione con un video blitz e un po’ di immagini…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.