Opening con luna piena. A Roma, lo studio Menexa inaugura un’opera ogni ventinove giorni. Un’ode al senso della resistenza e della rinascita, sintonizzandosi con i cicli del cielo

Ventinove giorni di resistenza, in attesa della luna piena. Ventinovegiorni, come il titolo della rassegna  ospitata dal nuovo spazio romano Menexa. Il progetto, curato da Federica La Paglia, ha un impianto tanto semplice, quanto suggestivo: sintonizzandosi con i ritmi del cielo, un solo artista, con una sola opera, segnerà il momento in cui, mensilmente, il […]

Elvio Chiricozzi, Acqua azzurra acqua chiara, 2003, matita su tela preparata a gesso, cm120x120 - Courtesy Elvio Chiricozzi

Ventinove giorni di resistenza, in attesa della luna piena. Ventinovegiorni, come il titolo della rassegna  ospitata dal nuovo spazio romano Menexa. Il progetto, curato da Federica La Paglia, ha un impianto tanto semplice, quanto suggestivo: sintonizzandosi con i ritmi del cielo, un solo artista, con una sola opera, segnerà il momento in cui, mensilmente, il cielo accoglie l’incantesimo rituale del plenilunio. Un momento che rappresenta il picco massimo dell’energia cosmologica: l’influsso della luna arriva, nel suo riverbero apicale, alle creature terrestri, che risentono dei potenti e remoti passaggi astrali. Nel fisico, nello spirito, nella psiche. È il punto del risveglio, dell’inizio, della fioritura: metafora, qui, di quella rinascita a cui si anela in tempi di manifesta decadenza, inseguendo quel rapporto armonico tra individuo e natura, che il presente ha rotto, tragicamente. Resistere, dunque, nell’attesa di un nuovo compimento.

Resistenza, Roma, 2012 – Courtesy ventinovegiorni

A partire dal 30 settembre, per ogni giorno di plenilunio, un’opera sarà allestita in un luogo che non è un tradizionale spazio espositivo, ma uno studio di comunicazione visiva: un luogo di lavoro, che apre all’arte e alla bellezza.
Si comincia con Elvio Chiricozzi, dal 30 settembre al 26 ottobre, per proseguire con Sandro Mele il 29 ottobre, Maria Rosa Jijon il 28 novembre e Iginio de Luca il 28 dicembre.

– Helga Marsala

“ventinovegiorni (di resistenza)”
a cura di Federica La Paglia
Elvio Chiricozzi – fino al 26 ottobre 2012
inaugurazione: domenica 30 settembre, ore 19-23
Menexa, Via di Montoro 3, Roma
orari: dal lun al ven h.10-18
info: 06 / 66019323; [email protected]
www.ventinovegiorni.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • Gorgelus

    Beh bisogna fare i complimenti dico io: almeno qualcuno che fa il tentativo, nella tristezza globale, di inventarsi qualcosa. Qualcosa di suggestivo a quanto pare!