Lo Strillone: scarse o nulle ricadute sull’effetto urbano della Biennale di Chipperfield su Il Sole 24Ore. E poi Alberto Burri, Graham Sutherland, Festival Letteratura…

Il modo migliore per celebrare il centesimo anniversario della nascita di Alberto Burri? Salvare le sue opere, preservarle dalle incurie dell’uomo e del tempo: riferimento scontato a Gibellina per Simone Verde e la sua requisitoria su L’Unità. Gita a Parma per La Stampa: in mostra c’è Graham Sutherland, considerato sotto la Mole “rivale di Bacon”. […]

Quotidiani
Quotidiani

Il modo migliore per celebrare il centesimo anniversario della nascita di Alberto Burri? Salvare le sue opere, preservarle dalle incurie dell’uomo e del tempo: riferimento scontato a Gibellina per Simone Verde e la sua requisitoria su L’Unità. Gita a Parma per La Stampa: in mostra c’è Graham Sutherland, considerato sotto la Mole “rivale di Bacon”.

Il Sole 24Ore raccoglie una sfilza di pareri negativi alla Biennale di Chipperfield, condensati nel concetto “scarse o nulle ricadute sull’effetto urbano”: come a dire… la solita fiera delle vanità. Su Corriere della Sera il braccio di ferro tra il governatore Andrew Cuomo e il sindaco Bloomberg porta al fallimento dell’apertura del museo che ricorda le vittime dell’11 settembre, disegnato dallo studio Davis Brody Bond con intervento degli Snohetta.

Letteratura: tempo di bilanci per il Festival di Mantova, celebrato da Il Giornale e festeggiato da La Repubblica come modello vincente di impresa culturale capace di aggirare la crisi.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.