Lo Strillone: altro giro, altra Gioconda, stavolta ne spunta una in Russia, e su La Stampa. E poi Cattelan alla Whitechapel, Paul Rosenberg in romanzo, India naif…

Arte polemica su La Stampa: a giorni Anatolj Karpov svelerà, in Russia, un’ulteriore Gioconda. Ritenuta (da lui) precedente rispetto quella del Louvre ma comunque autografa; intanto, in taglio basso, ecco Cattelan alla Whitechapel. Paul Rosenberg, avventuroso gallerista di Picasso, raccontato in romanzo dalla nipote Anne Sinclair su Corriere della Sera, che lancia – a Napoli […]

Quotidiani
Quotidiani

Arte polemica su La Stampa: a giorni Anatolj Karpov svelerà, in Russia, un’ulteriore Gioconda. Ritenuta (da lui) precedente rispetto quella del Louvre ma comunque autografa; intanto, in taglio basso, ecco Cattelan alla Whitechapel. Paul Rosenberg, avventuroso gallerista di Picasso, raccontato in romanzo dalla nipote Anne Sinclair su Corriere della Sera, che lancia – a Napoli – il ciclo di incontri che legge l’arte come forma di linguaggio.

A Roma i teatri in difficoltà si occupano, pur di tenerli in vita. A Milano, invece, si lasciano morire: a firmare riflessioni allarmate, su Avvenire, è Giacomo Poretti. Altrimenti noto come quello che va in giro con Aldo e Giovanni.

Anche l’India ha la sua tradizione naif: quella degli scrolls, dipinti in rotolo dai colori lussureggianti, che per tradizione raccontano il contemporaneo. E così, in mostra da Wow a Milano e a piena pagina su Quotidiano Nazionale, la cura dell’HIV e le Torri Gemelle prendono il posto dei maharaja.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.