Lido Updates: critiche variabili da Venezia, come il meteo. Stanco Kitano, appena fresco Assayas, la sorpresa arriva da Disconnect di Henry-Alex Rubin. Che è fuori concorso…

Il ritmo al Lido incalza, ma i capolavori non arrivano. Ieri sera abbiamo visto Kitano con il suo Outrage Beyond, yakuza-movie dal gusto vintage – se ne parla più diffusamente in homepage di Artribune – che regala alcune sequenze degne di nota in un film che resta comunque lontano dai momenti più ispirati del regista. […]

Olivier Assayas - Après Mai

Il ritmo al Lido incalza, ma i capolavori non arrivano. Ieri sera abbiamo visto Kitano con il suo Outrage Beyond, yakuza-movie dal gusto vintage – se ne parla più diffusamente in homepage di Artribune – che regala alcune sequenze degne di nota in un film che resta comunque lontano dai momenti più ispirati del regista. Stamattina è stata la volta di Olivier Assayas e di Après Mai, fresco e convincente ritratto generazionale ambientato nel maggio francese del 1968.

E nell’attesa di Kim Ki-Duk, nel quale riponiamo ormai tutte le nostre speranze di poter assistere a un film degno di passare alla storia, abbiamo visto Disconnect che si è rivelato una bella sorpresa (ma perché non è in concorso?). Il lavoro di Henry-Alex Rubin, al suo primo film di fiction, si concentra su ciò che comporta l’utilizzo delle tecnologie nei nostro modo di comunicare e di rapportarci con gli altri. Una storia intensa e coinvolgente portata fino alle estreme conseguenze. E intanto arriva il temporale che si preannunciava da giorni…

– Beatrice Fiorentino

CONDIVIDI
Beatrice Fiorentino
Giornalista freelance e critico cinematografico, scrive per la pagina di Cultura e Spettacoli del quotidiano Il Piccolo e per diverse testate online. Dal 2008 collabora con l'Università del Litorale di Capodistria, dove insegna Linguaggio cinematografico e audiovisivo. Dal 2015 cura la sezione Nuove Impronte di ShorTS - International Film Festival e fa parte della commissione Film della Critica del Sindacato Nazionale Critici Cinematografici Italiani. Cura eventi, presentazioni e rassegne cinematografiche e dal 2016 è selezionatore per la Settimana Internazionale della Critica di Venezia.