I bambini e l’arte contemporanea. Un feeling spontaneo. Lo sa bene Paola Noè, che inaugura a Milano Mia Stella. Design, food e creatività per i più piccini

La conosciamo tutti. Giornalista e curatrice, un tempo caporedattore di Flash Art e collaboratrice di testate come Tema Celeste e Art Review, Paola Noè è una bella penna della critica d’arte italiana, attenta alla scena più giovane e da sempre sensibile anche al mondo del design. Ma Paola è, innanzitutto, una mamma. Delle piccole Amalia […]

Wall paper by Chiara Camoni per unduetrestella

La conosciamo tutti. Giornalista e curatrice, un tempo caporedattore di Flash Art e collaboratrice di testate come Tema Celeste e Art Review, Paola Noè è una bella penna della critica d’arte italiana, attenta alla scena più giovane e da sempre sensibile anche al mondo del design.
Ma Paola è, innanzitutto, una mamma. Delle piccole Amalia e Carlotta, rispettivamente di quattro e tre anni. E sono state loro, in fondo, le piccole muse ispiratrici di un progetto sbocciato all’indomani della prima gravidanza. Fu allora che Paola prese a riflettere sulla distanza che esiste tra il mondo dei bambini e quello dell’arte. Poco efficace la scuola, spesso impreparati i genitori. Un paradosso, a pensarci bene. L’immediatezza dello sguardo infantile, privo di sovrastrutture, si aggancia facilmente al senso più vivo di un’immagine contemporanea, lasciandosi catturare dal suo potere evocativo. Una perspicacia che non risparmia dettagli e sfumature, tra gioco e profondità intuitiva.
E allora? Ecco che l’infaticabile neo-mamma s’inventa unduetrestella, uno studio di consulenza cha ha lo scopo di prendersi cura, in chiave creativa, del benessere dei più piccoli. Occasione perfetta, per le mamme e i papà, di riservare ai propri figli un quotidiano fatto di stimoli intelligenti, in cui educazione e bellezza coincidono, sulle tracce del pensiero di Bruno Munari. Artisti e designer internazionali collaborano con Paola, progettando giochi, complementi d’arredo, carte da parati, opere. Tutte per il pubblico più strategico: quello da formare e di cui coltivare, soprattutto, la sensibilità.

Design by Mia Stella

Oggi Paola Noè si misura con una nuova sfida. A Milano, in Via Vico 1, inaugura Mia Stella, concept store nato dall’unione di Mia collezioni per bambini, un Eshop dedicato ai bambini, specializzato nel veicolare prodotti ecologici, educativi, divertenti, ironici, provenienti da tutto il mondo, e lo stesso unduetrestella, con il bagaglio di esperienze in ambito curatoriale e di progettazione messo in gioco da Noè.
Lo spazio funzionerà come luogo espositivo, oltre che come store: design, arte, fashion, vintage, food ed editoria per i bimbi diventano occasione di conoscenza e di condivisione. Tanti i brand di qualità ospiti di Mia Stella – Alicucio, Alt Design, Donna Wilson, Furf Design Studio, gommini, Ligne noire enfant, Nonah, Numero 74, Maria Piovano, Rijada, Stella Stellina, Fränze Straessle, Studio Alburno, YellowOffice… – con una vivacità internazionale e un occhio attento al made in Italy. Un posto pensato per i bambini e per tutti quelli che lo sono stati. E che, forse, lo sono ancora un po’.

– Helga Marsala

www.unduetrestellababy.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.
  • Antonio

    Visitando i musei, ci si rende conto di quanto i bambini siano, quasi “naturalmente”, attratti e incuriositi dall’arte contemporanea.

  • LUANA

    Che bello!!! Finalmente qualcuno che si occupa di avvicinare ed educare i bambini all’arte…Nella mia esperienza di insegnante ho potuto sperimentare come i piccoli siano sensibili all’arte moderna e contemporanea, di cui apprezzano e amano forme, colori, atmosfere, impatto visivo, e dalle quali sanno trarre ispirazione per produrre a loro volta bellissime ” opere d’ arte”…Tutte le forme di arte dovrebbero essere portate alla conoscenza e all’approccio dei bambini e dei giovani,ma purtroppo in Italia questa è un’utopia …Complimenti dunque a Paola Noè!!!

  • Sono proprio curiosa!
    per ora complimenti