Ancora novità da Viennafair 2012: i nuovi proprietari russi mettono sul tavolo un milione di euro all’anno, per un fondo acquisizioni. E comprano anche “in Italia”…

Ultima giornata di Viennafair, ultime impressioni, sensazioni, resoconti, corredati dallo slide show che vedete sotto, dell’infaticabile Franco Veremondi. Su iniziativa di Sergey Skaterschikov, il nuovo proprietario della fiera, è stato costituito un fondo di acquisizione di opere. L’associazione si chiama Art Vectors Investment Partnership, ha un board fitto di esperti internazionali, e può contare su […]

Un dettaglio di una grande foto digitale esposta allo stand di Sotheby’s

Ultima giornata di Viennafair, ultime impressioni, sensazioni, resoconti, corredati dallo slide show che vedete sotto, dell’infaticabile Franco Veremondi. Su iniziativa di Sergey Skaterschikov, il nuovo proprietario della fiera, è stato costituito un fondo di acquisizione di opere. L’associazione si chiama Art Vectors Investment Partnership, ha un board fitto di esperti internazionali, e può contare su un budget, al momento, di un milione di euro all’anno, per 5 anni, fino al 2017.
Tra le acquisizioni fatte in occasione dell’edizione 2012 c’è il video Eggs, di Polina Kanis, acquisito dalla torinese galleria Glance. L’obbiettivo? Costituire negli anni una collezione permanente, e renderla in qualche modo disponibile al pubblico.

  • Antonio

    Sulla direttrice tra Vienna, Istanbul e Mosca c’è del buono (e del nuovo).