Al via Startmilano. La rete di musei, gallerie, spazi culturali si attiva per la settima edizione. L’autunno meneghino parte in corsa, con dieci giorni di opening ed eventi

Settimo anno di fila e a Milano è di nuovo Start. Un’altra partenza corale, un’altra esperienza di network e di opening coordinati, per ribadire, chiaro e tondo, un concetto: crisi o non crisi, quel che conta è fare rete, progettare momenti di condivisione, far sì che le idee e le economie si supportino a vicenda, […]

Michelangelo Antonioni, Blow Up

Settimo anno di fila e a Milano è di nuovo Start. Un’altra partenza corale, un’altra esperienza di network e di opening coordinati, per ribadire, chiaro e tondo, un concetto: crisi o non crisi, quel che conta è fare rete, progettare momenti di condivisione, far sì che le idee e le economie si supportino a vicenda, giungendo da più fronti. Perché una visione della città sia possibile: una direzione che orienti la regia di una metropoli convulsa e spesso frammentata. Startmilano prova a immaginare Milano in pochi giorni, con la sua scena del contemporaneo chiamata a raccolta, attraverso gli occhi dei tanti protagonisti: gallerie, musei, artisti, fondazioni, curatori. Insieme per tramutare l’apertura della stagione autunnale in una sorta di festival urbano o museo diffuso. Dieci giorni di inaugurazioni, per una iniezione di energia e di fermento.
Quest’anno, dunque, il programma si dilata, strutturandosi intorno a due blocchi di aperture e a diversi appuntamenti sparsi. Il 13 settembre a inaugurare, tra le altre, saranno le gallerie Camera 16 Contemporary Art con una collettiva fotografica, Laura Bulian con il giovane russo Marat Raiymkulov, Le Case d’Arte con una installazione site specific di Rosemarie Trockel, Federico Luger con le sculture di Mattia Bosco, Nina Lumer, appena ribattezzatasi Nina Due, che ospita un group show di videoarte russa. Nella stessa serata, da Spazio Oberdan c’è un omaggio a Michelangelo Antonioni con “Il Grido”, “Blow Up” e “L’eclisse”, mentre alla Fabbrica del Vapore fioccano le proposte:  dalla collettiva di  studenti dell’Accademia di Brera da Careof DOCVA, al lavoro sonoro di Riccardo BaruzziEnrico Malatesta per FDV Residency Program, fino alla prima di S.A.V.E. Milan, progetto di  Ambra Pittoni e Paul-Flavien Enriquez-Sarano // Ze Coeupel a cura di that’s contemporary.

Carsten Nicolai | unidisplay @ MAC May 5th, 2012 from Derivative on Vimeo.

Si procede nei giorni successivi con una serie di inaugurazioni singole, tra cui l’attesissimo Anselm Kiefer da Lia Rumma (il 15), i classici Tadini e Balestrini alla Fondazione Marconi (il 18) e poi Rob Pruitt da Massimo De Carlo, il 19.
Giovedì 20 una seconda tranche di vernissage, con una quindicina di proposte, tra cui Kristine Alksne da Riccardo Crespi, Matteo Fato da Jerome Zodo, Dan Perjovschi da Kaufmann Repetto e il progetto “Funding for Isola”, quarta tappa di Click or Clash?, alla Galleria Bianconi, in collaborazione con Isola Art Center: una mostra, ma anche un’indagine intorno a  nuove forme di sostenibilità culturale, sociale ed economica.
Per la parte istituzionale, stavolta entrano in gioco l’Hangar Bicocca, con una installazione audiovisiva lunga oltre 50 metri di Carsten Nicolai e il Museo del Novecento, che per la serie “5×10 – Cinque Parole Per Un Decennio”, racconta gli anni ‘60 insieme a Sergio Bologna, mentre allo Spazio Streetstudio si proclama il vincitore del concorso di street art Streetdors.
Si chiude in bellezza, sabato 22, con un (immancabile) party presso l’Istituto Svizzero, dove si potrà anche visitare la mostra di Fabio Marco Pirovino.
Per chi a Milano non ci sarà nella ten-week convulsa di Startmilano, Artribune Television vede e provvede: la nostra troupe sarà in giro per le mostre, nonché alla presentazione ufficiale di Villa Reale – con l’assessore Stefano Boeri e il direttore Pasquale Leccese – per raccogliere interviste, immagini e suggestioni. Da restituirvi poi attraverso una serie di contributi video. E a questo punto, che Start sia. L’autunno meneghino dell’arte è pronto a decollare.

– Helga Marsala

Cocktail inaugurale e conferenza stampa + info point
13 settembre 2012
Villa Reale, Via Palestro 16, Milano – ore 12

www.startmilano.com

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.