A StartMilano risponde StartToscana. Da Santa Croce sull’Arno a Pistoia, a Carignano, tanti gli appuntamenti nel weekend appena passato. Qui tante foto…

Se le attenzioni dell’artworld nello scorso weekend erano tutte per le vie meneghine dell’arte e per la settima edizione di StartMilano, anche la toscana si dava un bel po’ da fare. A partire da sabato 22 settembre, con il finissage di due mostre al Centro Espositivo annesso al Centro Attività Espressive Villa Pacchiani che anima […]

In conversazione al Meriggio

Se le attenzioni dell’artworld nello scorso weekend erano tutte per le vie meneghine dell’arte e per la settima edizione di StartMilano, anche la toscana si dava un bel po’ da fare. A partire da sabato 22 settembre, con il finissage di due mostre al Centro Espositivo annesso al Centro Attività Espressive Villa Pacchiani che anima la vita culturale di Santa Croce sull’Arno. E con la presentazione dei cataloghi di Who’s next, dovrebbe piovere su di voi e non su di me del duo Pantani-Surace, e I due stampi di Fabio Cresci, accompagnati dal testo della curatrice Ilaria Mariotti.
Nello stesso momento alla Galleria Spazio A di Pistoia inaugurava Corpo Naturale, il primo solo show – dopo la doppia personale con l’artista australiana Elizabeth Newman, curata da Chris Sharp del febbraio 2011 – di Esther Kläs, classe 1981, tedesca, residente a New York e reduce dalla personale Better Energy che ha appena chiuso i battenti al MoMa P.S.1 di New York. Molti gli ospiti presenti all’opening, compreso il newyorkese Peter Blum, gallerista dell’artista tedesca, e molti altri volti noti del mondo dell’arte.
Volti incontrati di nuovo ieri pomeriggio – domenica 23 – all’opening di Meriggio (2) a Carignano, generazioni a confronto, all’interno della Villa al Console in provincia di Lucca. La mostra, curata da Ludovico Pratesi, mette a confronto le opere di sei artisti italiani appartenenti a due differenti generazioni: Vittorio Corsini, Jacopo Miliani, Daniela De Lorenzo, Luigi Presicce, Luca Pancrazzi, Eugenia Vanni. Le installazioni degli artisti – tutti operanti in Toscana, con un progetto legato quindi all’idea dell’arte a chilometri zero – si snodano tra il giardino, la limonaia e l’interno della villa, traendo ispirazione da quel particolare momento della giornata, il meriggio. In contemporanea all’evento, nel giardino adiacente la villa si è tenuta una conversazione, moderata da Ludovico Pratesi, tra il filosofo Stefano Velotti e l’artista Alfredo Pirri.

– Valentina Grandini

www.uscitalucca.it
www.spazioa.it
villapacchiani.wordpress.com