Tutto in una notte, in una casa, sul mare. Ogni due anni. Ecco la Biennale d’Arte di Filicudi, la più piccola del mondo

Come ogni Biennale che si rispetti, non le manca il piglio sperimentale: ed in questa ottica, affianca artisti noti ad altri meno conosciuti e da scoprire, una griglia di ospiti che va da Ugo La Pietra a Laura Viale, Giovanni Gastel, Francesco Pessina, Franco Raggi, Jaques Basler, Emilio Battisti, per citarne solo alcuni. Un mix […]

Filicudi

Come ogni Biennale che si rispetti, non le manca il piglio sperimentale: ed in questa ottica, affianca artisti noti ad altri meno conosciuti e da scoprire, una griglia di ospiti che va da Ugo La Pietra a Laura Viale, Giovanni Gastel, Francesco Pessina, Franco Raggi, Jaques Basler, Emilio Battisti, per citarne solo alcuni. Un mix da studiare attentamente, con una sola prescrizione: andare a colpo sicuro!
Già, perché non ci sarà tempo per approfondire le proprie riflessioni: visto che stiamo parlando della Biennale d’Arte di Filicudi, evento che si fregia del titolo di “più piccola Biennale d’Arte del mondo”. E probabilmente lo fa a ragion veduta, sia perché si tiene in un’unica location – la casa atelier Basler, in contrada Pecorini, sull’isola delle Eolie of course -, sia perché si svolge in una sola notte, quella di venerdì 17 agosto.
A partire dalle ore 20,30 lo spazio si animerà attorno alle opere di una trentina fra scultori, pittori, designer, architetti, fotografi, chiamati a raccontare il proprio rapporto con Filicudi, tema ricorrente della biennale, giunta alla sua nona edizione.

Info: 0909889879 – 3402299329