Lo Strillone: vendere opere dei magazzini dei musei italiani sul Corriere della Sera. E poi Gregorio de Ferrari, Lichtestein ritrovato, Urban Contest a Roma…

Si fa presto a dire “vendiamo”! Su Corriere della Sera un sobrio Vittorio Sgarbi ricorda a Barbara Rose, che su La Lettura auspicava la messa all’incanto delle opere nei magazzini dei musei italici, la difficoltà di piazzare nomi minori e l’impossibilità di dare al mercato ciò che chiede: ce li vedete gli Uffizi che vendono […]

Quotidiani
Quotidiani

Si fa presto a dire “vendiamo”! Su Corriere della Sera un sobrio Vittorio Sgarbi ricorda a Barbara Rose, che su La Lettura auspicava la messa all’incanto delle opere nei magazzini dei musei italici, la difficoltà di piazzare nomi minori e l’impossibilità di dare al mercato ciò che chiede: ce li vedete gli Uffizi che vendono un Michelangelo?!? Ancora Sgarbi su Il Giornale: il MiBAC investe 700mila euro nelle tele barocche di Gregorio de Ferrari, ma varrebbero almeno venti volte tanto. È stato vero affare? A Padova finiscono in mostra due Tiziano inediti: l’attribuzione sembra convincere.

Scaramucce mercantili su La Repubblica: a Manhattan spunta un Lichtestein scomparso nel 1970 e si corre tutti in tribunale. Fu davvero rubato? Oppure venduto e poi dimenticato? L’Unità: Claudio Olivieri al Diocesano raccontato da Renato Barilli, ma anche – con richiamo in prima – l’Urban Contest che Roma riserva alla street-art. La Stampa: da Moholy-Nagy a Ghirri: due mostre a Francoforte per raccontare il rapporto tra pittura e fotografia.

La land art di Michael Heizer con Celant su L’Espresso; a tu per tu con Spoerri su Sette. Prosegue su Il Venerdì la serie degli aforismi firmati Achille Bonito Oliva.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala