La storia in scatola (da scarpe). A L’Aquila è tempo di Perdonanza Celestiniana: e anche l’arte ricorda il Papa del “gran rifiuto”…

  È dal 1294, anno in cui Papa Celestino V concesse l’indulgenza plenaria a chiunque – tra il 28 e il 29 agosto – si recasse nella Basilica di Collemaggio, che a L’Aquila si celebra la “Perdonanza”. Con un corteo, intenso e suggestivo, che si ripete puntualmente tutti gli anni, fino all’apertura della Porta Santa. […]

Claudio Palmieri, Alchimia Vegetale, 2012, cm 30x24x12, scatola cartone ceramica e smalti

 

È dal 1294, anno in cui Papa Celestino V concesse l’indulgenza plenaria a chiunque – tra il 28 e il 29 agosto – si recasse nella Basilica di Collemaggio, che a L’Aquila si celebra la “Perdonanza”. Con un corteo, intenso e suggestivo, che si ripete puntualmente tutti gli anni, fino all’apertura della Porta Santa. E che quest’anno diventa tema di una mostra d’arte contemporanea intitolata A piedi scalzi, curata da Roberto e Valentina Gramiccia e promossa da l’Associazione Amici dei Musei d’Abruzzo.
Gli artisti invitati, da Claudio Adami a Giovanni Albanese, Nanni Balestrini, Bruno Ceccobelli, Gianni Dessì, H.H. Lim, fino a Pizzi Cannella e Renato Mambor, tra i molti altri protagonisti di un concept originale che unisce la ricerca contemporanea alla riflessione sulle tradizioni del territorio, sono partiti da un tema comune. Anzi, da un oggetto: una scatola di scarpe. Cinquanta per l’esattezza, del tutto identiche tra loro. Ognuno le ha interpretate, rielaborare, forzate, analizzate, decostruite. Inaugurazione venerdì 24 agosto alle 17, in corso Federico II, L’Aquila, fino al 10 settembre…

– Santa Nastro

 

 

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.