Italy meets Miami. A dicembre debutta la nuova fiera Contex Art Miami, ed a curarla arriva dall’Italia La Rete Art Projects

Nuova fiera per Miami, con un nuovo team curatoriale. Arcinoto in Italia. Art Miami lancia Contex Art Miami, che affiancherà la tradizionale rassegna di dicembre dedicata all’arte moderna e contemporanea, con una selezione cutting edge, che privilegerà le gallerie di ricerca e gli artisti giovani o midcareer. Solo primary market per un’occasione che vedrà coinvolti […]

Nuova fiera per Miami, con un nuovo team curatoriale. Arcinoto in Italia. Art Miami lancia Contex Art Miami, che affiancherà la tradizionale rassegna di dicembre dedicata all’arte moderna e contemporanea, con una selezione cutting edge, che privilegerà le gallerie di ricerca e gli artisti giovani o midcareer. Solo primary market per un’occasione che vedrà coinvolti nel comitato di selezione Alberto Magnan e Dara Metz (Magnan Metz Gallery, New York); Robert Mann (Robert Mann Gallery, New York); Sandra Gering (Gering and Lopez Gallery, New York); Leigh Connor e Jamie Smith (Conner Contemporary, Washington, D.C.); Michael Lyons Wier (Lyons Wier Galler, New York); Nina Menocal (Menocal Gallery, Mexico City) e – come membro onorario – Bernice Steinbaum (Steinbaum Gallery, Miami).
E il team curatoriale? Sarà composto da Julia Draganovic, Claudia Löffelholz ed Elena Forin, in arte La Rete Art Projects, pronte a costruire progetti di new media, sia per Context che per Art Miami, ma anche programmi di didattica, talk, presentazioni, e percorsi speciali tra scultura e installazioni all’aperto. Tra le altre novità annunciate dalla fiera c’è Art from Berlin, un progetto espositivo costruito in collaborazione con la Berlin Gallery Association e sostenuto dal State of Berlin e dall’Unione Europea, con l’intento di dare, attraverso la selezione di sette gallerie ad opera di un team di critici e curatori, una immagine rappresentativa della scena artistica nella città tedesca.

– Santa Nastro

CONDIVIDI
Santa Nastro
Santa Nastro è nata a Napoli nel 1981. Laureata in Storia dell'Arte presso l'Università di Bologna con una tesi su Francesco Arcangeli, è critico d'arte, giornalista e comunicatore. Attualmente è membro dello staff di direzione di Artribune. È inoltre autore per il progetto arTVision – a live art channel, ufficio stampa per l’American Academy in Rome e Responsabile della Comunicazione della Fondazione Pino Pascali. Dal 2011 collabora con Demanio Marittimo.KM-278 diretto da Pippo Ciorra e Cristiana Colli, con Re_Place, Mu6, L’Aquila e con Arte in Centro. Dal 2006 al 2011 ha collaborato alla realizzazione del Festival dell'Arte Contemporanea di Faenza, diretto da Angela Vettese, Carlos Basualdo e Pier Luigi Sacco. Dal 2005 al 2011 ha collaborato con Exibart nelle sue versioni online e onpaper. Ha pubblicato per Maxim e Fashion Trend, mentre dal 2005 ad oggi ha pubblicato su Il Corriere della Sera, Arte, Alfabeta2, Il Giornale dell'Arte, minima et moralia e saggi testi critici su numerosi cataloghi e pubblicazioni.
  • Guido Cabib

    Ottima idea, ma il prezzo è altissimo per le gallerie cutting hedge: si va da un minimo di 7600 euro per uno stand da 27 mq a cui aggiungere trasporto opere, viaggio,pernottamento e diaria …circa 11.000 dollari stretti. Chiamali Cutting Hedge! Peccato

  • Guido Cabib

    11.000 euro pardon!

  • Guido Cabib

    Art from Berlin, un progetto espositivo costruito in collaborazione con la Berlin Gallery Association e sostenuto dal State of Berlin e dall’Unione Europea, con l’intento di dare, attraverso la selezione di sette gallerie ad opera di un team di critici e curatori, una immagine rappresentativa della scena artistica nella città tedesca.

    Immaginate di chiedere sostegno alle nostre regioni o comuni ed all’unione Europea !Ahahhaha!

    Perchè la Germania è la prima nazione europea???? Chissà!