Ferragosto? Ecchisseneimporta! Ormai tutti i lettori leggono da dovunque, con tablet e smartphone. E Artribune non si ferma. Mai

Non ci fermiamo mai. Non prima di Ferragosto, non dopo Ferragosto. Neppure durante Ferragosto. Non ci fermiamo perché non ha più senso fermarsi. In primis perché non si fermano le notizie, non si fermano le novità, non si fermano le storie da raccontare, raccontarci, raccontarvi. Non ci fermiamo perché rifiutiamo una visione della società ferma […]

Non ci fermiamo mai. Non prima di Ferragosto, non dopo Ferragosto. Neppure durante Ferragosto. Non ci fermiamo perché non ha più senso fermarsi. In primis perché non si fermano le notizie, non si fermano le novità, non si fermano le storie da raccontare, raccontarci, raccontarvi. Non ci fermiamo perché rifiutiamo una visione della società ferma agli anni Settanta quando ad agosto tutto appariva sospeso, tutti staccavano la spina, tutti si ritiravano in una bolla che gli impediva di stare aggiornati, di dedicare parte della giornata – pur vacanziera – a tenersi al corrente di ciò che accade in Italia e nel mondo. Purtroppo o per fortuna non è più così.
Lo dicono i nostri dati di accesso (dopo neppure un anno e mezzo il primo sito culturale del paese, non ci sembra così male) e lo dicono i dati statistici che vengono diffusi dalla stampa. Pare, per esempio, che la metà dei bagnanti italiani utilizzi le ore di ozio passate sotto l’ombrellone a maneggiare il proprio tablet rigorosamente collegato alla rete. Per tacere di telefonini di ultima generazione e smartphone che permettono ormai ad una percentuale soverchiante di cittadini di essere sempre connessi.
Dunque, essendo questo il quadro, che senso ha continuare a “sospendere le trasmissioni” durante i mesi estivi? Se tutti continuano ad essere collegati, allora noi, a questi “tutti”, ci sentiamo in dovere di far arrivare contenuti interessanti e di qualità. Sia attraverso il sito, sia attraverso la newsletter quotidiana, la webtv, facebook e twitter. Tutti canali che, per il mese di agosto, non si fermeranno mai come non si ferma neppure il cartaceo Artribune Magazine, che è stato inviato in una attenta selezione di località di villeggiatura e che dunque, con ogni probabilità, incontrerete in vacanza… Vorrà dire che ci riposeremo in un secondo momento: non certo a settembre però, quando vi metteremo al corrente delle belle novità che riguarderanno il progetto Artribune e i suoi sviluppi.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.
  • luana maiorana

    Questa sì che è professionalità! Lodi, lodi, lodi, a tutti i bravi operatori di Artribune…

  • E’ ovvio che il miglior modo per passare le vacanze sia quello di continuare a lavorare, le vacanze sono per i rinunciatari, che pensano di tornare e trovare tutto come l’avevano lasciato….

    BYE BYE rinunciatari, non arriverete da nessuna parte, vi rispetto, ma non è la mia vita! Ho avuto un appuntamento di lavoro (fruttifero anche economicamente) oggi, 14 Agosto, alle ore 18.

    Beati voi che pagate per stare al sole, a 45°…….beati voi!

    PS Quando tornate, non rompete con i racconti, qua si lavora!!!

  • Angelov

    Aleksej Grigor’evic Stachanov fu un minatore di carbone, diventato famoso per aver messo a punto un nuovo metodo per l’estrazione del minerale.
    Il 31 agosto 1935,in 5 ore e 45 minuti ne estrasse 102 tonnellate.
    Dopo innumerevoli premi ed onoreficenze, nel 1978 gli fu dedicata una città in Ucraina, che da allora porta il suo nome.
    Stachanov sta anche per: Stacca No; cioè non staccare dal lavoro.
    Riuscirà Artribune a fare di meglio?

  • Massimiliano Tonelli

    Siamo in trattativa sia con il governo della Bielorussia che vuole fondare Artribunopoli, sia con quello del Kirgikistan che oltre a voler far nascere Artribunograd, è pronto a darci un intero palazzo senza nulla a pretendere. A patto che noi si porti la redazione lì… A quel punto però le ferie d’agosto ce le prendiamo sì !!!

  • TheStylist

    Ditelo in faccia alle famiglie italiane che non possono andare in vacanza per le ristrettezze economiche.