Tutte le novità di Artelibro 2012. Libri, arte contemporanea e non solo. Dall’editoria di pregio a quella indipendente, un viaggio tra maestri come John Cage e Matisse

Torna a Bologna Artelibro, con una nona edizione dedicata al collezionismo librario, in un percorso che consentirà di mostrare le collezioni del territorio (e non solo), ma anche di coinvolgere il mercato che ruota attorno al settore. Tra il 21 e il 23 settembre 2012, una mostra a Palazzo Re Enzo e del Podestà presenterà […]

Giosetta Fioroni

Torna a Bologna Artelibro, con una nona edizione dedicata al collezionismo librario, in un percorso che consentirà di mostrare le collezioni del territorio (e non solo), ma anche di coinvolgere il mercato che ruota attorno al settore. Tra il 21 e il 23 settembre 2012, una mostra a Palazzo Re Enzo e del Podestà presenterà una ampissima selezione di rarità editoriali: volumi antichi, pubblicazioni a tiratura limitata, pezzi unici creati dagli artisti, editoria di pregio, di nicchia e sperimentale, riviste specializzate. A Piazza Nettuno, intanto, gli editori d’arte saranno riuniti in una grande Libreria dell’Arte, aperta fin da sabato 8.
Tra esposizioni, incontri, presentazioni di libri e progetti, conferenze, laboratori e attività per ragazzi, troverà spazio anche una sezione tutta nuova, dedicata all’editoria autoprodotta. FRUIT. Focus on contemporary art sarà uno spazio in cui trovare (e anche acquistare, con meno 100 euro) edizioni d’arte realizzate da micro case editrici, collettivi d’artisti, gallerie in Italia e all’estero: è l’anima underground Artelibro, all’insegna della sperimentazione e dell’indipendenza dai circuiti ufficiali.

Adriano Spatola, edizioni Baobab

Ma i focus sull’arte continuano con altre iniziative. La mostra su Sampietro, Geiger/Baobab, 3ViTre, per esempio, a cura di Maurizio Osti e Enzo Minarelli: un omaggio a 3 editori storici d’avanguardia, che tra la metà degli anni Sessanta e l’inizio degli anni Ottanta rivoluzionarono il prodotto editoriale con contaminazioni tra grafica e supporto sonoro, coinvolgendo artisti come Enzo Minarelli, Adriano Spatola, Pirro Cuniberti e Emilio Isgrò.
Altro momento espositivo è quello di C_artelibro. Il principio delle pagine, negli spazi della Biblioteca Universitaria di Bologna, una raccolta di inediti di oltre 50 artisti italiani (da Giulio Paolini a Deborah Ligorio, da Franco Guerzoni a Luca Trevisani, da Nico Vascellari a Francesco Arena, e molti altri), che hanno dato vita su carte speciali al frontespizio del loro libro “ideale”.
Un tuffo nella storia gloriosa dell’arte del Novecento, infine, con la mostra al Museo Civico Medievale, in cui sarà possibile ammirare le tavole originali realizzate da Henry Matisse per illustrare il libro Jazz, edito nel 1947 dalla raffinata Tériade di Parigi.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.