In memoria di Franco Quadri. Nasce l’Associazione Ubu che tutela e sviluppa il lavoro di un grande uomo di teatro. Sulle tracce della Patafisica

“Favorire lo studio e la diffusione della Patafisica” è l’ultimo dei propositi, ma sicuramente non il meno importante, della nuova “Associazione Ubu per Franco Quadri”, nata a Milano questa primavera. La patafisica o “scienza delle soluzioni immaginarie” era quella nasceva dalla mente bizzarra del drammaturgo francese Alfred Jarry, per essere idealmente ripresa dal lavoro che […]

Franco Quadri

“Favorire lo studio e la diffusione della Patafisica” è l’ultimo dei propositi, ma sicuramente non il meno importante, della nuova “Associazione Ubu per Franco Quadri”, nata a Milano questa primavera. La patafisica o “scienza delle soluzioni immaginarie” era quella nasceva dalla mente bizzarra del drammaturgo francese Alfred Jarry, per essere idealmente ripresa dal lavoro che Quadri svolse con la casa editrice Ubulibri, da lui stesso fondata nel 1977.
Sempre a caccia del nuovo e del sotterraneo, Franco Quadri guardava con un’attenzione particolare ai talenti e alee energie emergenti, documentando in maniera vibrante trent’anni di teatro in Italia e in Europa e riservando un paziente lavoro da rabdomante alla stesura del Patalogo, l’unico annuario critico di teatro in Italia, che proprio alla patafisica doveva il nome.
Fondata dai figli Jacopo e Lorenzo, col sostegno di Renata Molinari, Oliviero Ponte di Pino, Cristina Ventrucci e Leonardo Mello (tutti storici collaboratori della “Ubu”), l’Associazione si propone la salvaguardia, la valorizzazione e la corretta utilizzazione dell’archivio del critico ed editore teatrale milanese, dando anche continuità alle linee guida della sua attività. Tra le righe dello statuto si intravede la volontà non solo di alimentare la memoria di questo egregio lavoro, ma anche di perseguire quello spirito aperto e spregiudicato con cui l’autore guardava al mondo, non solo teatrale, per intercettarne il palpito.
Tra le prime iniziative portate avanti dall’Associazione c’è il complesso lavoro di salvaguardia del prezioso archivio personale di Quadri e della Ubulibri. Catalogazione e archiviazione saranno portate avanti dalla Fondazione Mondadori. Per chi volesse iscriversi e sostenere i progetti futuri potrà farlo consultando il sito www.ubuperfq.it.

– Agnese Doria