Fra natura morta e paesaggi (vivi). Residenza e poi mostra, con Luca Vitone si conclude il progetto Fortino 1 della Fondazione Brodbeck di Catania. Le immagini nella fotogallery

Il luogo interpretato in base ad un duplice significato: quello di immagine geografica storico-culturale, e quello di individuazione di spazio concreto. Questa la duplice accezione proposta da Luca Vitone ad alcuni luoghi della Sicilia Orientale, con la sua mostra Natura morta con paesaggi e strumenti musicali, ultima tappa del Progetto di residenze Fortino 1 della Fondazione Brodbeck di […]

Luca Vitone_Natura morta con paesaggi e strumenti musicali_Installation view_Fondazione Brodbeck_photo Federico Baronello_07

Il luogo interpretato in base ad un duplice significato: quello di immagine geografica storico-culturale, e quello di individuazione di spazio concreto. Questa la duplice accezione proposta da Luca Vitone ad alcuni luoghi della Sicilia Orientale, con la sua mostra Natura morta con paesaggi e strumenti musicali, ultima tappa del Progetto di residenze Fortino 1 della Fondazione Brodbeck di Catania.
Una serie di opere monocrome che concludono il progetto, curato da Helmut Friedel e Giovanni Iovane, iniziato con una residenza: ora gli esiti nella mostra, visitabile fino al 15 settembre, ma – al solito – anche sulle pagine di Artribune, nell’ampia gallery…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.