Art Digest: pagare moneta, vedere cammello, mister Fairey. Grecia in crisi (termica), chiusa l’Acropoli. L’Islam porta bene al Metropolitan

Il mio nome, nel murale, non c’è, per cui rivoglio i miei 30mila dollari. Shepard Fairey mette all’asta la sponsorizzazione di un suo lavoro in un ospedale di Los Angeles, ma poi “dimentica” di omaggiare il mecenate… (latimes.com) 41 gradi all’ombra, neanche un soffio di vento e umidità appena al 28%. L’Acropoli di Atene diventa […]

L'Acropoli, ad Atene

Il mio nome, nel murale, non c’è, per cui rivoglio i miei 30mila dollari. Shepard Fairey mette all’asta la sponsorizzazione di un suo lavoro in un ospedale di Los Angeles, ma poi “dimentica” di omaggiare il mecenate… (latimes.com)

41 gradi all’ombra, neanche un soffio di vento e umidità appena al 28%. L’Acropoli di Atene diventa una pericolosa trappola, e le autorità decidono di chiudere il luogo più visitato dai turisti in Grecia… (abc.es)

Musei in crisi? Non certo il Metropolitan di New York: grazie anche alle nuove gallerie dedicate all’arte Islamica, e alla nuova American Wing, l’anno fiscale terminato il 30 giugno porta al record di 6.300.000 visitatori… (nytimes.com)

Un banco di prova per la nuova architettura. Per questo il Premio FAD de Arquitectura, in Spagna, per la prima volta deroga al regolamento e premia non una singola opera finalista, ma tutto il Centro Cultural Matadero di Madrid… (elpais.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.