Art Digest: Brillo-Warhol, andata e ritorno in 15 minuti. Tracey tedoforo imbranato. M & Ms, una storia americana

Warhol ha legato il suo nome a Brillo (per le famose scatole, anzi “box”)? E l’azienda restituisce il favore, legando il proprio nome al grande artista. Con un contest, che festeggia i suoi 100 anni. Il nome? Ovviamente, 15 Minutes of Fame… (usatoday.com) Qualcuno ha ancora dubbi sul fatto che tutto il Regno Unito sia […]

Tracey Emin tedofora

Warhol ha legato il suo nome a Brillo (per le famose scatole, anzi “box”)? E l’azienda restituisce il favore, legando il proprio nome al grande artista. Con un contest, che festeggia i suoi 100 anni. Il nome? Ovviamente, 15 Minutes of Fame… (usatoday.com)

Qualcuno ha ancora dubbi sul fatto che tutto il Regno Unito sia ormai vittima del clima olimpico? Allora guardi le foto di una impacciata Tracey Emin che porta la torcia olimpica di passaggio a Margate, la sua città natale… (washingtonpost.com)

La storia americana, vista dagli M & Ms. Sì, la famose praline al cioccolato e noccioline: la Mars Inc., che le produce, dona 5 milioni di dollari allo Smithsonian’s National Museum of American History di Washington, per il progetto American Enterprise… (artdaily.org)

Non è tutto oro quel che luccica. I tagli di bilancio della National Gallery di Londra minacciano posti di lavoro nella sicurezza? E gli agenti annunciano una serie di scioperi in concomitanza con le Olimpiadi… (lejournaldesarts.fr)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.