Scacchiere Biennale Arte: sara il fotografo e scultore Bill Culbert a rappresentare la Nuova Zelanda nel 2013. Mentre la Germania torna a scommettere su Susanne Gaensheimer come curatrice

Sul fronte della direzione, dopo l’annuncio urbi et orbi della nomina di Massimiliano Gioni, è tornato a regnare il silenzio. Non che ci sia da lamentarsi: con i ritardi a cui siamo abituati dalle nostre parti, già avere un direttore della Biennale Arte con un anno e mezzo di anticipo è un gran risultato: speriamo […]

Susanne Gaensheimer

Sul fronte della direzione, dopo l’annuncio urbi et orbi della nomina di Massimiliano Gioni, è tornato a regnare il silenzio. Non che ci sia da lamentarsi: con i ritardi a cui siamo abituati dalle nostre parti, già avere un direttore della Biennale Arte con un anno e mezzo di anticipo è un gran risultato: speriamo che ora non ci si rilassi, e che presto giungano linee di indirizzo, concept e notizie sul taglio della mostra internazionale.
Intanto sono le partecipazioni nazionali a movimentare l’ambiente: con novità dalla Germania, che ha deciso di giocare sul sicuro confermando come curatrice del padiglione Susanne Gaensheimer, già responsabile – assieme alla vedova dell’artista Aino Laberenz – dell’omaggio nell’ultima edizione a Christoph Schlingensief, premiato con il Leone d’Oro. Direttrice del MMK Museum für Moderne Kunst di Francoforte dal 2009, dove ha sostituito Udo Kittelmann passato alla Nationalgalerie di Berlino, Gaensheimer in precedenza ha diretto anche la collezione Städische Galerie im Lenbachhaus.
Fresca di partecipazione alla Biennale – è soltanto alla sua sesta presenza -, anche la Nuova Zelandafa un passo in avanti comunicando notizie sul padiglione, che sarà allestito all’Istituto di Santa Maria della Pietà, sulla Riva degli Schiavoni. Commissario sarà Jenny Harper, direttore della Christchurch Art Gallery, che presenterà una personale del fotografo e scultore Bill Culbert.