Santo Alessandro Badolato vola all’Omi Art Center di New York. È lui il vincitore della borsa di studio offerta dal Marca e dalla Dena Foundation. Un’occasione riservata ai giovani artisti calbresi

Un’iniziativa che prova a dare linfa e supporto a una delle zone d’Italia più fragili in quanto a sviluppo dell’art system, specie nel campo dei linguaggi contemporanei. Parliamo della Calabria e della borsa di studio per giovani artisti locali recentemente lanciata dal MARCA insieme alla Dena Foundation. Il premio – assegnato da Giuliana Setari, presidente […]

Omi International Arts Center, New York

Un’iniziativa che prova a dare linfa e supporto a una delle zone d’Italia più fragili in quanto a sviluppo dell’art system, specie nel campo dei linguaggi contemporanei. Parliamo della Calabria e della borsa di studio per giovani artisti locali recentemente lanciata dal MARCA insieme alla Dena Foundation. Il premio – assegnato da Giuliana Setari, presidente della Dena Foundation, Alberto Fiz, direttore artistico del MARCA, Valentine Meyer, direttrice del Programma di residenze della Dena Foundation e Francesca Di Nardo, consulente artistica della Fondazione – consente l’accesso all’ International Artists Residency del newyorchese Omi International Arts Center.
Quale l’artista calabrese che volerà presto a Nyc per un soggiorno di studio e lavoro? La commissione ha premiato Urbanization, di Santo Alessandro Badolato, giudicato “un lavoro di notevole originalità in grado di riflettere in maniera critica e ironica sulle nuove tecnologie”, nel tentativo, a quanto sembra ben riuscito, di tradurre “il paesaggio in rete e viceversa, assemblando informazioni e territorio come parti di un unico insieme non più scindibile“.
Accanto all’opera di Badolato anche le altre tre giunte in short list: il progetto di public art di Paola Ascone, per l’azione performativa di Leonardo Cannistrà, incentrato sui temi del desiderio di maternità e dell’identità di genere, Usa e Getta di Roberta Mandoliti, un’installazione su consumi, spreco, riciclo ed energia verde. I quattro artisti esporranno tutti insieme in autunno, per una collettiva al Museo delle Arti di Catanzaro.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.