L’occhio dell’architettura mondiale. È quello di Iwan Baan, il più grande fotografo di settore al mondo: che arriva a Perugia con Lars Müller per raccontare a Festarch le sue città…

È sua la stragrande maggioranza delle foto che vediamo nelle riviste di settore. Se c’è un nuovo edificio inaugurato o un importante cantiere, lui è lì a scattare per le maggiori firme internazionali. Iwan Baan, olandese classe ’75, è diventato in poco tempo il fotografo di architettura più conosciuto al mondo. A Festarch – il […]

festarch-08.06.2012 Iwan Baan(ph. ABITARE)

È sua la stragrande maggioranza delle foto che vediamo nelle riviste di settore. Se c’è un nuovo edificio inaugurato o un importante cantiere, lui è lì a scattare per le maggiori firme internazionali. Iwan Baan, olandese classe ’75, è diventato in poco tempo il fotografo di architettura più conosciuto al mondo. A Festarch – il festival in corso a Perugia – si presenta in compagnia di Lars Müller, publisher della omonima casa editrice che, dal 1982, cura interessanti pubblicazioni su tipografia, design, arte, fotografia e architettura.
Durante la lecture nella Sala dei Notari presentano i lavori in comune, i viaggi e i reportage delle città di Brasilia, Chandigarh, Caracas, San Paolo e Baku. Insediamenti dal forte carattere informale, dove il tema della contraddizione, ben fotografato da Baan, è al centro del racconto. Due anni di collaborazione, un libro pubblicato, quello sul confronto tra le diversissime e moderne Brasilia e Chandigarh, e altri in cantiere tra i quali uno dedicato alla Torre David: un atipico caso di favela verticale stanziatasi occupando lo scheletro del grattacielo simbolo di quello che sarebbe dovuto diventare il cuore bancario di Caracas…

– Zaira Magliozzi

CONDIVIDI
Zaira Magliozzi
Architetto, architecture editor e critico. Dalla sua nascita, fino a Marzo 2015, è stata responsabile della sezione Architettura di Artribune. Managing editor del magazine di design e architettura Livingroome. Corrispondente italiana per la rivista europea di architettura A10. Dal 2006 cura la rubrica “Corrispondenze” nella rivista presS/Tletter. Pr e project manager di progetti dedicati alla comunicazione del design e dell’architettura per l’agenzia di comunicazione SignDesign. Ha scritto per The Architectural Review, L’Arca, Il Giornale dell’Architettura, Il Gambero Rosso, Compasses, Ulisse e Quaderno di Comunicazione. Membro del Consiglio direttivo di IN/ARCH Lazio. Dal 2009 fa parte del laboratorio presS/Tfactory, legato all’AIAC - Associazione Italiana di Architettura e Critica - per l’organizzazione di eventi, workshop, concorsi, corsi, mostre e altre iniziative culturali legate al mondo dell’architettura.