Lo Strillone: restauro intelligente dei Guido Reni e Guercino terremotati su L’Unità. E poi la caccia al cadavere della Gioconda, arte invisibile a Londra, duecento anni della biblioteca Leopardi…

Parte a Pieve di cento l’operazione di recupero dei teleri di Guido Reni e Guercino dalla collegiata di Santa Maria Maggiore: su L’Unità i consigli di Vittorio Emiliani per un restauro intelligente. A proposito di anticaglie è tutto da leggere il graffito odierno di Rocco Moliterni su La Stampa: fulmini e saette contro la caccia […]

Quotidiani
Quotidiani

Parte a Pieve di cento l’operazione di recupero dei teleri di Guido Reni e Guercino dalla collegiata di Santa Maria Maggiore: su L’Unità i consigli di Vittorio Emiliani per un restauro intelligente.

A proposito di anticaglie è tutto da leggere il graffito odierno di Rocco Moliterni su La Stampa: fulmini e saette contro la caccia fiorentina al cadavere della Gioconda.

Perplessità su Il Giornale per la mostra di arte invisibile alla Hayward di Londra: dai vapori di Teresa Margolles fino ai foglietti bianchi di Tom Friedman parte la corsa al “questo lo facevo anche io!”.  Sul Corriere della Sera una breve per la mostra che celebra i duecento anni della biblioteca di Casa Leopardi.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.