Lo Strillone: no a modelli aziendalistici per la cultura, Ornaghi assistenzialista su Italia Oggi. E poi Carlo Fontana e la Scala di Milano, Sky Arte HD, Maschio Angioino in affitto…

“L’adozione di modelli aziendalistici o societari al fine di svecchiare il sistema e far affluire nuovi soldi alla cultura non ha funzionato”: così Lorenzo Ornaghi virgolettato da Italia Oggi in merito al pasticciaccio Arcus, con la partecipata nel mirino della Corte dei Conti per la disinvoltura della sua gestione finanziaria. Su Avvenire il nostro originale […]

Quotidiani
Quotidiani

“L’adozione di modelli aziendalistici o societari al fine di svecchiare il sistema e far affluire nuovi soldi alla cultura non ha funzionato”: così Lorenzo Ornaghi virgolettato da Italia Oggi in merito al pasticciaccio Arcus, con la partecipata nel mirino della Corte dei Conti per la disinvoltura della sua gestione finanziaria.

Su Avvenire il nostro originale ministro promette una nuova legge per lo spettacolo, mentre il Corriere della Sera ammonisce sulle strategie per le nomine nei Cda della cultura: un caustico Carlo Fontana a gamba tesa su la Scala di Milano.

Una breve su La Repubblica per l’arrivo – da novembre – di Sky Arte HD; sullo iato tra cultura e nuovi media si concentra L’Unità, con le osservazioni di Carlo Infante sull’ultimo rapporto Federculture. Europa segnala, per domani, giovani architetture al Maxxi; a Roma pure Il manifesto per MashRome, festival delle arti varie ed eventuali. De Magistris fa cassa: su Libero si affitta per cerimonie il Maschio Angioino. Un posto al sole, ancora, ci sarà!

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.