Lo Strillone: l’estetica contemporanea secondo Tzvetan Todorov su La Repubblica. E poi l’anarchico Pinelli di Enrico Baj, Balla e Depero al Mart, Koudelka a Forma…

Dopo quarant’anni di oblio Palazzo Reale rispolvera l’opera con cui Enrico Baj ha celebrato l’anarchico Pinelli: richiamo in prima ed apertura di pagina su L’Unità; sull’evento anche Quotidiano Nazionale, con il paginone firmato da Orio Vergani e Il Giornale con un fondo firmato Luca Beatrice. Dopo Jean Clair tocca a Tzvetan Todorov: voci importanti per […]

Quotidiani
Quotidiani

Dopo quarant’anni di oblio Palazzo Reale rispolvera l’opera con cui Enrico Baj ha celebrato l’anarchico Pinelli: richiamo in prima ed apertura di pagina su L’Unità; sull’evento anche Quotidiano Nazionale, con il paginone firmato da Orio Vergani e Il Giornale con un fondo firmato Luca Beatrice.

Dopo Jean Clair tocca a Tzvetan Todorov: voci importanti per l’analisi sull’estetica contemporanea lanciata da La Repubblica. Balla e Depero al Mart per le segnalazioni di Europa; tavole originali del mitico Tex Willer da Ca’ di Fra’ e su Corriere della Sera.

Libero e Avvenire piangono la scomparsa di Horacio Coppola: era ultracentenario il fotografo che ha ritratto, per anni, scorci e volti dell’America latina; gli scatti black&white di Don Mc Cullin a Reggio Emilia e su Il Fatto Quotidiano. Koudelka si confessa a La Stampa e festeggia l’inaugurazione, a Forma, di una retrospettiva che promette di lasciare il segno.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.