Lo Strillone: 71 miliardi di euro nel 2011, nessuna crisi per la cultura su Il Sole 24 Ore. E poi Palazzo Ducale di Mantova, Vermeer a Roma, Ferragamo al Louvre…

Gaudeamus igitur! Non c’è crisi che tenga: la cultura tira, con gli italiani che nell’ultimo anno spendono tra cinema e musei 71 miliardi di euro. Per Il Sole 24 Ore bisogna comunque riflettere sul calo delle presenze agli eventi culturali; ad Avvenire il ministro Ornaghi parla di coraggio e della necessità, di questi tempi, di […]

Quotidiani
Quotidiani

Gaudeamus igitur! Non c’è crisi che tenga: la cultura tira, con gli italiani che nell’ultimo anno spendono tra cinema e musei 71 miliardi di euro. Per Il Sole 24 Ore bisogna comunque riflettere sul calo delle presenze agli eventi culturali; ad Avvenire il ministro Ornaghi parla di coraggio e della necessità, di questi tempi, di migliorare il rapporto con il privato. In merito arriva un fondo su La Stampa a firma Francesco Bonami.

Sulla presentazione del rapporto Federculture si scatenano un po’ tutti, con riflessioni che vanno da La Repubblica e Il manifesto a Quotidiano Nazionale (titolo ficcante: Gli italiani non risparmiano in cultura). Non sono tutte rose e fiori però: L’Unità ricorda le proteste dei lavoratori di un comparto minato da arretratezze gestionali.

Mentre La Padania lancia l’allarme per il Palazzo Ducale di Mantova Corriere della Sera annuncia Vermeer a Roma (si parla del prossimo autunno, però). Ammirazione diffusa per Ferragamo in sfilata al Louvre: reportage su Il Giornale.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.