Kassel Updates: dOCUMENTA(13) è anche scienza. E c’è spazio pure per un progetto volto a non disperdere le urine…

dOCUMENTA(13) diretta da CCB – ormai l’acronimo è assodato – spazia fra le discipline più diverse. E la scienza non manca affatto in giro per Kassel. Un nome su tutti: il fisico quantistico Anton Zeilinger, grazie al quale fare esperimenti proprio con i quanti, e magari discuterne con il suo staff al Fridericianum. Ma qui […]

dOCUMENTA(13) diretta da CCB – ormai l’acronimo è assodato – spazia fra le discipline più diverse. E la scienza non manca affatto in giro per Kassel. Un nome su tutti: il fisico quantistico Anton Zeilinger, grazie al quale fare esperimenti proprio con i quanti, e magari discuterne con il suo staff al Fridericianum. Ma qui si tratta “solo” di divulgazione scientifica, interessante ma senza grandi slanci creativi e visionari.
Caratteristiche che invece contraddistinguono la compagine di Takram Design Engineering, allocata in maniera un po’ infelice in uno spazio seminascosto della Documenta Halle. A dirigere artisticamente i metri quadri è la coppia costituita da Moon Kyung Won e Jeon Joonho, che ha raccolto una serie di progetti particolarmente interessanti.
Fra di essi, per l’appunto, quelli di Takram, che affrontano in maniera “catartica” la vita post-apocalittica che forse ci attende. In particolare si parla del consumo d’acqua: il nostro corpo ne è composto in una percentuale elevatissima e la dispersione è elevata. Perché dunque non riciclarla? Grazie all’Hydrolemic System si può: è “sufficiente” impiantare sul proprio corpo una serie di organi artificiali come i Nasal Cavity Inserts (che inibiscono la perdita d’acqua conseguente l’esalazione) o lo Urin Concentrator (che filtra l’urina e reimmette nel corpo l’acqua depurata). Per un corpo sostenibile…

– Marco Enrico Giacomelli

www.takram.com

CONDIVIDI
Giornalista e dottore di ricerca in Estetica, ha studiato filosofia alle Università di Torino, Paris8 e Bologna. Ha collaborato all’"Abécédaire de Michel Foucault" (Mons-Paris 2004) e all’"Abécédaire de Jacques Derrida" (Mons-Paris 2007). Tra le sue pubblicazioni: "Ascendances et filiations foucaldiennes en Italie: l’operaïsme en perspective" (Paris 2004; trad. sp., Buenos Aires 2006; trad. it., Roma 2010), "Another Italian Anomaly? On Embedded Critics" (Trieste 2005), "La Nuovelle École Romaine" (Paris 2006), "Un filosofo tra patafisica e surrealismo. René Daumal dal Grand Jeu all'induismo" (Roma 2011), "Di tutto un pop. Un percorso fra arte e scrittura nell'opera di Mike Kelley" (Milano 2014). In qualità di traduttore, ha curato testi di Deleuze, Revel, Augé e Bourriaud. Ha tenuto seminari e lezioni in numerose istituzioni e università, fra le quali la Cattolica, lo IULM, l'Università Milano-Bicocca e l'Accademia di Brera di Milano, l’Alma Mater di Bologna, la LUISS di Roma, lo IUAV di Venezia, l'Accademia Albertina di Torino. Insegna alla NABA di Milano. È vicedirettore editoriale di Artribune e direttore responsabile di Artribune Magazine.