Festa d’estate a Villa Massimo. Grande party di fine residenza, con open studios dei borsisti, buffet, live set e dj set. Vediamo un po’ Chiccera…

Ecco “chiccera” ieri, 14 giugno, alla tradizionale Festa dell’Estate organizzata dall’Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo. Evento annuale che vede i borsisti delle varie categorie creative (arti visive, architettura, musica e letteratura) aprire al pubblico i loro studi, presentano le ultimissime opere, spesso ispirate ai colori, gli umori, i paesaggi, la storia, le dinamiche della […]

DJ-Set di Oliver Koletzki e Björn Störig, etichetta Stil vor Talent Berlino - foto Alberto Novelli

Ecco “chiccera” ieri, 14 giugno, alla tradizionale Festa dell’Estate organizzata dall’Accademia Tedesca di Roma Villa Massimo. Evento annuale che vede i borsisti delle varie categorie creative (arti visive, architettura, musica e letteratura) aprire al pubblico i loro studi, presentano le ultimissime opere, spesso ispirate ai colori, gli umori, i paesaggi, la storia, le dinamiche della città di Roma.
Evento riuscitissimo, come testimoniano le immagini. Con un fiume di gente catapultatasi tra i viali e i giardini, a godersi la frescura estiva della splendida location. Non senza aver ammirato i lavori esposti negli atelier e quelli della galleria, in cui esponevano i borsisti di Casa Baldi e di Villa Serpentara, oltre al borsista della sezione “arti pratiche” Markus Schroer. Immancabile il party sonoro di fine serata, con il LiveAct di Oliver Koletzki & Fran e un DJ-Set di Björn Störig, dell’etichetta berlinese Stil vor Talent.

– Helga Marsala

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.