E arriva il record anche per Giorgio Morandi. 1,3 milioni di sterline all’asta Christie’s Londra, che fa scintille anche con Schwitters e Magritte

C’è gloria anche per l’Italia, negli ottimi risultati ottenuti da Impressionismo e Arte Moderna all’asta di Christie’s di ieri sera a Londra, che ha visto oltre £92.5 milioni di totale realizzato. Giorgio Morandi, con una Natura Morta del 1920, ha raggiunto £1.3 milioni partendo da una stima massima di 1.2, battendo così il proprio record […]

Giorgio Morandi, la Natura Morta da record, del 1920

C’è gloria anche per l’Italia, negli ottimi risultati ottenuti da Impressionismo e Arte Moderna all’asta di Christie’s di ieri sera a Londra, che ha visto oltre £92.5 milioni di totale realizzato. Giorgio Morandi, con una Natura Morta del 1920, ha raggiunto £1.3 milioni partendo da una stima massima di 1.2, battendo così il proprio record in asta segnato nel 2011 a £1.2 milioni sempre da Christie’s. Record anche per Kurt Schwitters, che era dal 2004 che non ritoccava il proprio massimo in asta, fermo a £831mila, mentre ieri sera ha sorpassato la soglia del milione, arrivando a £1.2 milioni da una stima di £500-700mila.
36 opere hanno superato il milione di dollari, mentre la percentuale di venduto è stata pari all’80%. Top lot della serata Femme assise del 1949 di Pablo Picasso, battuto a £8.5 milioni partendo da una stima di £5-7.5 milioni. Molto bene anche Femme au chien, 1962, aggiudicato a £6.9 milioni. I 14 bronzi di Degas hanno totalizzato £10.9 milioni, tra cui Etude de nu pour la Petite danseuse de quatorze ans che è stato battuto a £2.8 milioni contro una stima massima di £2.5milioni.
Grande interesse per le opere del Surrealismo, guidate da Magritte, Les jours gigantesques, che è stata oggetto di contesa fra 10 bidders e aggiudicata ad un prezzo cinque volte superiore alla sua stima massima, a £7.2 milioni (il secondo prezzo più alto raggiunto dall’artista in asta). Tra gli altri highlights: La Corne d’or. Les Minarets, 1907, di Paul Signac, che ha sorpassato le stime arrivando a £6.201.250; Paysage aux troncs bleus, di Paul Gauguin, battuto a £4.521.250.

Martina Gambillara 

CONDIVIDI
Martina Gambillara
Martina Gambillara (Padova, 1984), laureata in Economia e Gestione dell'Arte, si è interessata fin dai primi anni dell'università al rapporto tra arte e mercato, culminato nella tesi Specialistica in cui ha indagato il fenomeno della speculazione nel mercato dell'arte cinese dell'ultimo decennio. Per passione personale si è costantemente dedicata all'osservazione dei risultati d'asta soprattutto del segmento di Arte Contemporanea, estrapolandone i trend e la correlazione con i mercati finanziari. In seguito il suo interesse si è spostato verso i mercati emergenti, da quello cinese scelto per la sua tesi, a quello sud-asiatico e mediorientale. Ha lavorato per gallerie, case d'asta e dal 2011 fa parte dello staff editoriale di Artribune.