C’era un vallese a Venezia. Sarà Valentin Carron a rappresentare la Svizzera alla Biennale Arte del 2013

La notizia è di qualche giorno fa, ma ha tardato ad uscire dalla cerchia dei media elvetici: sarà il trentacinquenne Valentin Carron a rappresentare la Svizzera alla Biennale Arte di Venezia nel 2013. A segnalarlo Pro Helvetia, che ha anche precisato che la sua esposizione sarà curata dal ticinese Giovanni Carmine, direttore della Kunsthalle di […]

Valentin Carron

La notizia è di qualche giorno fa, ma ha tardato ad uscire dalla cerchia dei media elvetici: sarà il trentacinquenne Valentin Carron a rappresentare la Svizzera alla Biennale Arte di Venezia nel 2013. A segnalarlo Pro Helvetia, che ha anche precisato che la sua esposizione sarà curata dal ticinese Giovanni Carmine, direttore della Kunsthalle di San Gallo.
Originario del Vallese, il cantone più meridionale della confederazione, Carron si è formato a Sierre e Losanna, iniziando ad esporre intorno al 2000, con esposizioni al Mamco (Museo d’arte modeerna e contemporanea) e al Centro d’arte contemporanea di Ginevra. In seguito il salto di qualità con esperienze espositive alla Kunsthalle di Zurigo, allo Swiss Institute di New York ed al Palais de Tokyo a Parigi. È rappresentato da gallerie big come la Eva Presenhuber di Zurigo e la 303 di New York. In Italia ha esposto, fra l’altro, al DOCVA a Milano e all’ultima Biennale di Carrara.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.
  • andrea bruciati

    la sua installazione ad Art Unlimited era imbarazzante