Basel Updates: sempre meno gregaria, sempre più intraprendente. È giornata di opening anche per Scope, qui il fotoreport di Artribune

Magari i galleristi dovranno aspettare ancora un po’ per l’arrivo dei collezionisti, impegnati nella contemporanea inaugurazione della regina dell’Art Week, Art Basel. Ma Scope non si lascia certo intimorire, ed offre un opening tranquillo, condizione perfetta per godersi la fiera e vedersi bene i lavori esposti. Allestimenti interessanti, artisti originali e seducenti, dalle sculture alle […]

Magari i galleristi dovranno aspettare ancora un po’ per l’arrivo dei collezionisti, impegnati nella contemporanea inaugurazione della regina dell’Art Week, Art Basel. Ma Scope non si lascia certo intimorire, ed offre un opening tranquillo, condizione perfetta per godersi la fiera e vedersi bene i lavori esposti.
Allestimenti interessanti, artisti originali e seducenti, dalle sculture alle installazioni, dagli emergenti agli established. Con molti galleristi che osano scelte di grande qualità e forza, come le sculture di grande formato che dominano molti stand. E per gli italiani, c’è da soffermarsi qualche minuto in più nei sei stand tricolori: Fabbrica Eos, Primo Marella, Officine dell’Imagine, The Flat – Massimo Carasi -, Gagliardi Art System, Oltre Dimore. Altre impressions, le lasciamo alle fotografie…

– Federica Morandi