Art Digest: Bacon, Hirst ed altre Sohoites su iPad. Tutte le strade (romane) portano a Salonicco. Metropolis? Un capolavoro, anzi due

Fra le tante voci quella di Janet Street Porter che racconta il “suo” Damien Hirst, eppoi Molly Parkin che parla di una sbronza presa con Francis Bacon. C’è la firma del National Trust, sulla App per iPad dedicata alla Bohemian Soho londinese… (artdaily.org) Se non succede in Italia, può succedere solo in Grecia. Già, anche […]

Il Rembrandt ritrovato in soffitta (foto Christie's)

Fra le tante voci quella di Janet Street Porter che racconta il “suo” Damien Hirst, eppoi Molly Parkin che parla di una sbronza presa con Francis Bacon. C’è la firma del National Trust, sulla App per iPad dedicata alla Bohemian Soho londinese… (artdaily.org)

Se non succede in Italia, può succedere solo in Grecia. Già, anche lì capita di scavare per la metropolitana e di trovare ovunque antichità: come a Salonicco, dove si sono imbattuti in una strada romana… (eluniversal.com.mx)

Rovistare un vecchio armadio in soffitta, e trovare un piccolo disegno che poi si scopre essere un Rembrandt, valore almeno 100mila euro. Un sogno nel cassetto di tanti, in Scozia è diventato realtà… (guardian.co.uk)

Un capolavoro, non ci piove. Ma non solo come pellicola: Metropolis di Fritz Lang ha anche il record del poster più prezioso della storia. Lo disegnò l’artista tedesco Heinz Schulz-Neudamm, ne restano solo 4 esemplari, valore un milione di dollari… (lefigaro.fr)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.