Una spiaggia, in centro storico. Dai chiostri di San Pietro prende il via a Reggio Emilia Fotografia Europea, ecco le prime immagini live…

Gli affascinanti e grandiosi chiostri di San Pietro parlano già d’estate, con sabbia per terra e sdraio (forse un omaggio alle foto “balneari” di Vitali?). Tra bambini con al collo piccole macchine fotografiche – partecipano a un progetto a loro dedicato – a Reggio Emilia si presentano le mostre, le tante mostre di Fotografia Europea. […]

Gli affascinanti e grandiosi chiostri di San Pietro parlano già d’estate, con sabbia per terra e sdraio (forse un omaggio alle foto “balneari” di Vitali?). Tra bambini con al collo piccole macchine fotografiche – partecipano a un progetto a loro dedicato – a Reggio Emilia si presentano le mostre, le tante mostre di Fotografia Europea. Vita comune, immagini per la cittadinanza, e la città c’è, è presente con un entusiasmo emiliano che altrove si sta perdendo.
Ma le giornate inaugurali non sono solo fotografiche: conferenze e dj set, workshop e letture di portfolio, gli eventi sono tanti e distribuiti su tutti e tre i giorni. Uno sguardo alle prime esposizioni: dalla Istanbul di Paola de Pietri alla Grecia di Costas Ordolis, dalla Mosca di Igor Mukhin alle spiagge di Massimo Vitali, il tema forte della cittadinanza, delle persone che abitano gli spazi urbani si delinea e accompagna da una sede all’altra. Ma il viaggio prosegue, e Artribune ve lo racconterà passo dopo passo…

– Marta Santacatterina

CONDIVIDI
Marta Santacatterina
Marta Santacatterina è giornalista pubblicista e dottore di ricerca in Storia dell'arte, titolo conseguito presso l'Università degli Studi di Parma. È editor freelance per conto di varie case editrici e, dal 2015, ricopre il ruolo di direttore sia di Fermoeditore sia della rivista online della stessa casa editrice, "fermomag", sulla quale cura in particolare le rubriche dedicate all'arte e alle mostre. Collabora con "Artribune" fin dalla nascita della rivista, nel 2011.